Categoria | Attualità

L’aiuto nella compilazione del questionario è gratuito!

L’aiuto nella compilazione del questionario è gratuito!

Sono già più di tre milioni e mezzo gli italiani che hanno provveduto ad inviare il proprio questionario on line sul sito predisposto dall’ISTAT (http://censimentopopolazione.istat.it/); per coloro che non hanno ancora ottemperato resta, invece, tempo fino al 31 gennaio per la compilazione e la successiva consegna del questionario relativo al 15° Censimento Generale della Popolazione e delle Abitazioni.

Nel frattempo, alla luce della prossima scadenza, la Prefettura di Foggia ha segnalato il rischio concreto di truffe che vengono perpetrate in maggior specie nei confronti di anziani.

“Voglio ricordare a tutti che la compilazione assistita del questionario è assolutamente gratuita – dice l’Assessore Damiano D’Ambrosioed avviene, nei seguenti orari, nelle sedi di Certificazione Anagrafica individuate da questo Comune e cioè:
• Piazza della Libertà 1 (all’altezza della Stazione Ferroviaria): dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00;
• Via Pulsano 66 (l’ex sede della Circoscrizione Monticchio): dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00;
• Via Orto Sdanga 8F (Uffici Servizi Demografici): il lunedì ed il giovedì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.30 alle ore 19.30, il martedì dalle ore 9.00 alle ore 13.30;
• Corso Mezzogiorno (Borgo Mezzanone): il mercoledì, dalle ore 9.30 alle ore 12.30″
.

“C’è gente che approfitta della buona fede – continua l’Assessore agli Affari Generali, Istituzionali e Personale, D’Ambrosioe della necessità di chi non riesce autonomamente a rispondere alle domande poste dall’ISTAT, chiedendo in cambio cifre modeste ma che, comunque, non è necessario pagare vista la assoluta gratuità dell’assistenza. Invito tutti i cittadini a diffidare immediatamente da chiunque si offra di svolgere tale servizio chiedendo qualsivoglia somma di denaro come corrispettivo. Se si verifica un simile caso è consigliabile contattare l’Ufficio Comunale per il Censimento, in Via Orto Sdanga 8F (0884.519232, 0884.519307, 0884.519608), per avere conferma o meno che le persone presentatesi presso la propria abitazione siano realmente dei rilevatori, oppure segnalare, con celerità, l’accaduto alle Forze dell’Ordine”.

Il Sindaco, Angelo Riccardi, aggiunge che “Il Comune di Manfredonia ha predisposto apposito servizio d’assistenza per coloro i quali riscontrano difficoltà nella compilazione del questionario. Servizio che avviene esclusivamente nei luoghi menzionati sopra e nessun altro soggetto pubblico o privato è stato autorizzato a svolgere, per conto di Istat, le operazioni di assistenza ai rispondenti”.

“Abbiamo diffuso, per tempo, l’elenco completo dei rilevatori autorizzati a raggiungere i domicili dei cittadini sipontini – conclude Damiano D’Ambrosioe voglio ricordare, ancora una volta, che ognuno dei soggetti preposti al rilevamento possiede una “Carta di autorizzazione per il rilevatore”. Un tesserino vero e proprio che reca sul davanti, oltre al timbro del Comune di Manfredonia, il nome e cognome del rilevatore con relativa fotografia, il comune per conto del quale sta prestando la propria collaborazione e la provincia di appartenenza; sul retro è, invece, ben visibile, oltre al timbro del Comune di Manfredonia anche la firma del Sindaco, Angelo Riccardi. Ogni rilevatore è tenuto ad esibire, su richiesta, un documento d’identità che comprovi, oltre ogni ragionevole dubbio, quanto dichiarato sul tesserino stesso”.

Per ulteriori incertezze e domande si può contattare il numero verde attivato dall’ISTAT (800.069701) oppure l’Ufficio Comunale per il Censimento ai recapiti sopra riportati.
Ufficio Stampa e Comunicazione – Comune di Manfredonia

Tutti i commenti sono soggetti alla moderazione della Redazione di ManfredoniaNews.it .
I commenti offensivi, lesivi o fuori tema saranno automaticamente cancellati senza obbligo di comunicazione.

Inserisci i Dati

 

Sondaggi

Il nuovo servizio di igiene urbana riguardante la pulizia stradale dalle deiezioni canine con un mezzo attrezzato ad hoc:

TOP PARTNER

RUBRICHE





PARTNER


Newsletter

gestione

Caro sociologo ti scrivo…

 

Parte su ManfredoniaNews.it una nuova rubrica con l’obiettivo di approfondire i temi che vi stanno a cuore. Problemi e quesiti che tutti abbiamo e che tutti ci poniamo, sulla nostra vita, sulle nostre relazioni con gli altri. La rubrica si rivolge al singolo, alle famiglie, ai gruppi. L’obiettivo è quello di offrire uno spazio di ascolto e di riflessione dove affrontare da un diverso punto di vista (quello sociologico), le problematiche che i complessi mutamenti sociali del nostro tempo hanno e stanno creando.

La rubrica è curata da Roberto Talamo, sociologo, laureato presso l’Università degli Studi La Sapienza di Roma, specializzato presso il DIES (Dipartimento Innovazione e Società) e collaboratore di ricerche del RISMES (Istituto di Ricerca Sociale e Metodologia Sociologica).

 

Perchè il Sociologo?

 

Questi profondi cambiamenti sociali influenzano noi stessi e il nostro sistema di relazioni. Che lo vogliamo o no. Incutono incertezze e dubbi nuovi che, di conseguenza, richiedono interventi diversi dalle classiche risposte autoreferenziali. Occorre quindi un nuovo metodo. Noi sociologi, sotto questo aspetto, abbiamo dunque oggi grandi responsabilità davanti alle quali, non è più opportuno tirarsi indietro. La sociologia è la scienza che si interessa di questi cambiamenti, dei fenomeni sociali, che ne indaga gli effetti e le cause. La scienza che mette in relazione l’individuo con il suo contesto sociale e gruppo di appartenenza. Che studia ciò che unisce o allontana gli individui. Semplificando, uno dei degli interessi centrali della sociologia è lo studio del conflitto inteso in tutte le sue forme (quindi anche conflitto di coppia, genitoriale, individuale, disagio e solitudine, ecc.). Il conflitto varia poiché variano le interazioni tra i soggetti, variano con il tempo e lo spazio in cui sono inseriti gli individui. Esso varia perché le società ed i gruppi gestiscono e percepiscono questi fenomeni conflittuali in modi differenti le une dalle altre. La mediazione di un sociologo è un metodo utile a cogliere queste chiavi di lettura ed indirizzare verso la conclusione di conflitti di ogni genere.

 

L’Approccio

 

Come ho scritto, oggi serve un nuovo metodo. Non offrirò risposte risolutive. Occorre smettere di cercare ansiosamente risposte per se stessi e iniziare invece a farci più domande. Le domande giuste però. Cercherò di aiutarvi a trovare queste giuste domande, di farvi intuire altri possibili e più utili punti di vista che riescano almeno ad ampliare i nostri orizzonti. In fondo, la conoscenza non è mai partita da risposte “massificate” ma, soprattutto, dalle domande che siamo riusciti a farci. Che la chiave per una maggiore serenità e consapevolezza non stia proprio nel riuscire a porsi le giuste domande? Ritengo personalmente che sia proprio così.

 

Come si partecipa?

 

Inviate una mail a: rotalamo@gmail.com inserendo nell’oggetto il nome della rubrica e descrivendo la tematica o il problema che volete affrontare. Le mail dovranno essere complete di nome e numero di telefono. Non verranno considerate richieste non rispondenti a queste caratteristiche. Le mail e i dati saranno protetti dal più stretto riserbo e le mail pubblicate, previo esplicito consenso del lettore, saranno modificate in modo da tutelarne la privacy. Tutto sarà trattato nel rispetto del Codice Deontologico dei Sociologi.
N.B. Questa rubrica ha come fine quello di favorire la riflessione su temi di natura sociale. Le informazioni e le risposte fornite hanno carattere generale e non sono da intendersi come sostitutive di una regolare consulenza professionale.

×