Sabato 20 Luglio 2024

Arch. Devanna risponde ad articolo CorSera su eolico offshore: no alla disinformazione sul tema

0 0

“Scorgo un’implicita adesione dell’articolista agli impianti eolici offshore. Trovo che così questo sia un contributo parziale all’informazione sul tema e forse anche una disinformazione. Le aziende che operano cercano il loro interesse, ma ove questo cozza con altri interessi per categorie di soggetti che pure vivono sul mare, sul paesaggio, sul turismo, il conflitto diventa una prepotenza gratuita, una fonte di incoerenze e di danni enormi di cui le aziende interessate all’energia non si curano minimamente. Il Ministero dell’Ambiente, perciò, dovrà essere ben più cauto sul tema, anziché concedere permessi devastanti per il paesaggio e per il turismo, che restano una delle più grandi industrie del Paese.

E’ esemplare al riguardo, in negativo, la vergogna di ipotizzare a poche miglia dalla costa nel Golfo di Manfredonia una massa sterminata di pale eoliche, davanti alle bellezze del Gargano che sono fra le bellezze più interessanti al mondo turisticamente, solo pochi mesi dopo che si è inaugurato il grande e bello porto turistico “Marina del Gargano”. L’articolista avrebbe reso un miglior servizio al Giornale ed ai lettori valutando ogni aspetto per una tematica così coinvolgente per un territorio come il nostro”-così il commento dell’Architetto Carlo Devanna di Manfredonia sull’articolo del Corriere della Sera “Eolico offshore: in Europa a gonfie vele. Ma in Italia stenta“, a cura di Roberto Rizzo, pubblicato  ieri sull’edizione online del Corriere della Sera.

Articolo presente in:
News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com