Mercoledì 20 Ottobre 2021

Caro Sindaco ti scrivo…

0 0

Perché non ce la faccio più ad essere continuamente tirato per la giacca, dalle associazioni che dicono di averti scritto, senza che tu le abbia mai degnate di una risposta. C’è quella che si occupa di sport dilettantistico, dispiaciuta del poco interesse che il Comune dedica ai suoi associati; quella che ti ha posto problemi di ordine pubblico, in particolare relativi al chiasso insopportabile provocato, durante la notte e fino al sorgere del sole, da persone prive di ogni rispetto per la quiete altrui, che fanno fragorosi capannelli o scorrazzano per le vie della città, suonando clacson e col volume dell’autoradio sparato al massimo; ed ora mi è giunta l’ultima tiratina da parte del “Centro Cultura del Mare”, che non ha ricevuto da te nessuna risposta, nonostante sia esso ormai diventato, agli occhi di tutta la città, una vera e propria istituzione cittadina, avendo in tutti questi anni sensibilizzato l’opinione pubblica a favore del recupero della nostra tradizione marinara. L’associazione contesta alla tua Amministrazione di non aver tenuto in nessun conto la loro più volte dimostrata disponibilità, per tutte le questioni che riguardano la difesa del nostro mare ed in particolare l’allestimento di un vero e proprio museo marino, avendo essa tutte le competenze, la passione ed un gran numero di reperti per farlo.

Sì, lo so, Sindaco, che me lo dici a fare? Me lo vuoi dire lo stesso? Va bene, dimmelo. Asserisci che hanno tutti torto, che non varrebbe la pena neanche di leggerle, certe missive. Va bene, tutto quello che vuoi, ma c’è anche chi pensa che il sale di una comunità sia il volontariato e l’associazionismo, essendo i loro membri costantemente a disposizione di tutti, senza chiedere soldi, posti o favori. Parliamo di organismi che muovono le azioni e, prima ancora delle azioni, smuovono le coscienze. Perciò nessun sindaco, neanche chi crede di avere forze sovrumane, può reggere il buon governo locale, se non si collega a quanti mettono insieme ed indirizzano le forze vitali della città. Ciò detto, ammettiamo che tu abbia completamente ragione. Però scusami, Sindaco, almeno scrivi, dai una risposta. C’è pure la canzone che dice “scrivimi, non lasciarmi così”. Oggi poi una risposta non costa niente, non si paga più nemmeno il francobollo. Prendi l’abitudine di inviare, alle associazioni che ti scrivono, una bella e-mail in cui dici quello che pensi. Sarai contento tu e farai contente anche loro.

Cordiali saluti.

Articolo presente in:
News · Piazza Duomo

Commenti

    Commenta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

     

    MANFREDONIA VIDEO