Martedì 28 Giugno 2022

Fallimento Co.Ge.M.I.M., Angellilis: "Ora occorre costruire nuovo percorso e nuova storia"

0 0

“Il futuro della categoria dei pescatori di Manfredonia va di pari passo con quello della città”, ha detto l’assessore Angelillis nella conferenza stampa sul fallimento Co.Ge.M.I.M.

E’ stata un’analisi politica precisa e chiara, quella fatta questa mattina dal sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi e dall’assessore alle Risorse del territorio e Sviluppo economico Antonio Angelillis, nel corso della conferenza stampa sul “fallimento del Consorzio di Gestione e non del Mercato Ittico di Manfredonia, che prosegue la sua attività”, ha sottolineato il primo cittadino.

“Il Comune – ha aggiunto il sindaco – veniva costantemente chiamato a rifondere le perdite e perciò, nel novembre 2011, il Consiglio comunale ha deliberato di prendere atto dello scioglimento del consorzio e della nomina di un liquidatore, individuato nel dottor Saverio Belviso. In un paese normale – la stoccata di Riccardi – ci si complimenterebbe per aver risparmiato alla comunità un salasso economico che era diventato continuo, da noi si scatena un’ingiusta canea mediatica verso l’assessore Angelillis”.

Il commissario liquidatore, presente alla conferenza stampa, ha confermato la “sana gestione dei conti avvenuta nel periodo durante il quale la vicepresidenza dell’organo era dell’assessore Angelillis. Si riuscirono, anzi, a pagare fornitori e dipendenti. Il problema era riveniente dal passato, con debiti ai quali non si poteva far fronte”.

I due tentativi fatti dall’Amministrazione, con appositi bandi per l’affidamento della gestione della struttura mercatale ittica, non sono andati a buon fine. “Una lunga prosecuzione della gestione diretta – ha chiosato il sindaco – è da escludere a priori. Lavoriamo, piuttosto, per rendere più appetibile la struttura, nell’interesse della marineria e dell’intera comunità, con ulteriori servizi e attività”.

“Stiamo portando avanti, con fatica e sacrificio, la gestione diretta della struttura – ha confermato Antonio Angelillis – perché sarebbe impensabile chiuderla. Impensabile scindere il connubio tra Manfredonia e il mare, anche solo nel suo mercato. Al contempo – anticipa l’assessore con delega alla Pesca – abbiamo continuato a guardarci intorno ed a muoverci, stabilendo contatti con la SO.GE.M.I., la società che gestisce i mercati agroalimentari all’ingrosso di Milano”.

“L’Amministrazione ha ben presente le sofferenze che patisce la marineria sipontina. Il nostro impegno – conclude l’assessore Angelillis – è manifesto, come nel caso delle deroghe concesse per la pesca al bianchetto e al rossetto. Ora occorre costruire un nuovo percorso e una nuova storia. Il futuro della categoria dei pescatori di Manfredonia va di pari passo con quello della città”.

Matteo Fidanza
Ufficio Stampa e Comunicazione – Città di Manfredonia

Articolo presente in:
News

Commenti

    Commenta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

     

    MANFREDONIA VIDEO