Venerdì 3 Febbraio 2023

Manfredonia: le parole del dg Di Toro

0 0

Rien à signaler, direbbero i francesi. Traduzione: al momento non ci sono novità sul futuro del Manfredonia Calcio. La formazione sipontina ha concluso il campionato all’ottavo posto e con il tagliando della permanenza in serie D staccato con tre giornate d’anticipo. Ora i tifosi sono in attesa di ricevere notizie su quello che sarà il prossimo campionato, ovvero, l’iscrizione della squadra, la riconferma o meno di Vadacca e il parco giocatori.

Nessuna notizia filtra dalla sede del sodalizio biancoceleste, alcune indicazioni arrivano dal dg Di Toro circa la risoluzione del prestito di Gianmarco Fiore con il Carpi e le vertenze dei tre ex giocatori del Manfredonia. “Per quanto riguarda il prestito di Fiore –spiega Di Toro – tutto o quasi dipenderà dalle scelte tecniche che il Carpi farà nelle prossime settimane. Ovviamente, ci farebbe piacere se la società emiliana riscattasse il cartellino del ragazzo perché in tal modo lo stesso avrebbe davanti a sé degli scenari importanti. In caso contrario, abbiamo già delle validissime alternative con un altro paio di società importanti. In merito alle vertenze, dico che verranno affrontate e risolte nei tempi dovuti, cioè prima che inizi la fase dell’iscrizione al prossimo campionato ed al fine di evitare che un qualsivoglia disguido possa pregiudicare tutte le operazioni necessarie per iscrivere la squadra”.

Poi l’attenzione si sposta sul fronte societario. “Siamo tutti in attesa di conoscere le intenzioni del presidente – argomenta Di Toro -. Del resto, egli stesso ha già anticipato nei giorni scorsi che deve fare delle valutazioni circa il percorso da fare e pertanto bisognerà appunto aspettare ancora qualche giorno. Anche in questo caso, appare molto evidente, la speranza di tutti noi tesserati è che si faccia presto perché perdere tempo in questo periodo potrebbe significare la perdita di qualche altra occasione. Però, lo ripeto, la voglia di tutti è di ripartire insieme anche per la prossima stagione”.

Antonio Guerra

Articolo presente in:
Manfredonia calcio · News · Sport

Commenti

  • Condivido le parole di One . Buono il lavoro del DS e del Mister ma per la società che in questo caso è rappresenta da un unica persona , è ora di andare a casa e di lasciare spazio a chi fa il calcio per passione…bisogna partire dalla scuola calcio dove purtroppo non si fa altro che deludere bambini e genitori pensando solo alle rate e mai ad altro, causa di tutto ciò tecnici e chi gestisce la S.c. , poi arrivare al settore giovanile , tecnici nuovi , con mentalità diversa , a Manfredonia ed in provincia c’è ne sono tanti bravi , anche nel settore giovanile malcontento generale dei ragazzi e genitori . Per la prima squadra , può restare tutto uguale e con una società solida alle spalle potrebbe dare altri tipi di soddisfazioni .

    Loris 25/05/2015 9:51 Rispondi
    • Complimenti al DG di Toro, per le sue importanti dichiarino i.Tuttavia si capisce che il Presidente non ha più’ un soldo per andare avanti per la prossima stagione.Bisogna affidarsi a gente di Manfredonia brava,seria e competente.L’ingresso in società’ di persone che hanno i soldi e’ subordinato all’uscita di Sdanga.Se non se ne va nessuno di piccoli imprenditori entrano nel Manfredonia, purtroppo la reputazione del Presidente che non paga, vertenze e altro tengono lontano gente locale che vuole aiutare la propria città’ calcistica

      Coniano 25/05/2015 14:31 Rispondi
  • Occorre per amor di cronaca fare gli elogi al dt.Di Toro per come ha portato a termine questo campionato.Un campionato strano e di poca qualità dove più di una squadra poteva alla fine vincerlo con merito e senza ombre.Certamente le squadre che alla vigila erano candidate per il podio,hanno fallito e se la giocano ai play-off.
    Il Manfredonia ha fatto la sua parte con quello che aveva e lo ha fatto bene e dispiace vedere una parte della società che stona in alcune sue figure societarie con la gran parte dei tifosi e della tifoseria e sportivi della città .Occorrerebbe prima di tutto,dare serenità e una guida nuova e capace alla società e che sia amato e condiviso da tutti gli sportivi e tifosi Sipontini…il resto lo si potrà aggiustare strada facendo e dando al DS.Di Toro,i mezzi idonei per continuare il suo lavoro.
    In merito, serve subito trovare gente( nuovi tecnici per il settore giovanile e imprenditori volenterosi e competenti e in giro ve ne sono alcuni bravi e lo stesso DI TORO lo sa benissimo ) che vuole entrare e che dia il suo contributo fisico ed economico per formare una nuova società e iniziare al più presto a programmare il futuro della società!!!Buon lavoro alla società e in bocca al lupo a tutti !!!!

    One ! 24/05/2015 17:45 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO