Sabato 28 Gennaio 2023

Gruppo “VOLONTA’ POPOLARE”: NO alla chiusura dell’ospedale di Manfredonia

0 0

NO ALLA  CHIUSURA DELL’OSPEDALE DI MANFREDONIA: UN MALE CHE VIENE DA LONTANO

L’anno 2016 inizia per la nostra città con due cattive notizie che noi dobbiamo fortemente contrastare: l’intento della Regione Puglia di chiudere il nostro ospedale e l’intento del Ministero dell’ambiente di aprire le porte al mega deposito GPL.

Questi due progetti la dicono lunga su quali scelte politiche vengono fatte sulle teste dei cittadini, senza neppure interpellarli. Purtroppo i politici negligenti preferiscono per questo territorio scegliere una cultura della morte (il deposito di GPL) ad una cultura della vita (salvaguardia dell’ospedale).

La frase il “popolo è sovrano” è solo una frase di rito che fa comodo ai potenti per tacitare la voce dei cittadini. In realtà certe scelte raccontano un’altra storia: “il popolo non conta niente” perciò non è neppure interpellato sulle decisioni importanti riguardanti il proprio territorio.

Le suddette decisioni sono state prese senza tener conto del buon senso e delle necessità dei contribuenti, che oltretutto pagano tasse esose per avere il servizio sanitario. Queste scelte burocratiche vengono da lontano. Vengono dalla nostra entrata nell’euro. Scelta sciagurata per mancanza di lungimiranza e buon senso dei nostri governati nazionali.

L’unione europea è stata un’illusione ed i nostri rappresentanti nazionali dell’epoca ci hanno svenduti alla burocrazia europea, ancora più miope dei nostri governati, senza neppure metterci al corrente delle scelte fatte (vedi You tube “ Confessione di Prodi” e “Confessioni di Amato per l’euro”).

Oggi  ci ritroviamo  a dover stringere la cinghia su tutto e perfino vedere chiudere gli ospedali in maniera scriteriata con una logica di “si salvi chi può”. I nostri rappresentanti regionali (ad eccezione dei nostri politici locali che si sono già espressi contro la chiusura dell’ospedale) dovrebbero far uso di maggiore lungimiranza e buon senso per non  apportare altri gravi e pesanti disagi alla comunità.

Purtroppo i politici europei, nazionali e regionali non si sono mostrati buoni rappresentanti del popolo, stando alla scelte fatte. Noi esponenti locali siamo l’ultimo baluardo per difendere i diritti dei cittadini. Perciò dobbiamo dire un forte no alla scelta di Emiliano di chiudere il nostro ospedale.

Il Presidente Emiliano deve riflettere bene su queste problematiche, perché altrimenti penalizzerà la povera gente, gli anziani e le donne che si sobbarcano tutto il lavoro dell’assistenza ai familiari ammalati. Per questa fascia di popolazione i disagi saranno notevoli proprio per la difficoltà a raggiungere presidi ospedalieri più lontani. Oltretutto  il nostro ospedale è già stato penalizzato pesantemente con la chiusura di alcuni reparti.

 Emiliano non può toglierci ciò che ci ha garantito in campagna elettorale, quando è venuto a “mietere” voti nella nostra città. Tutto ciò è moralmente inaccettabile.

 Certo la spesa sanitaria va razionalizzata (l’Europa non ci permette di sforare) ma bisogna fare un riordino serio degli ospedali usando il buon senso e l’onestà del buon governate. Bisogna mettere sotto controllo le ruberie, i favoritismi , le raccomandazioni e le spese pazze, ma non la chiusura lineare degli ospedali lasciando inalterata la vecchia cultura gestionale.

Perciò per fronteggiare la iattura della chiusura del nostro ospedale dobbiamo essere tutti compatti in consiglio comunale. Dobbiamo avere la forza sufficiente per far indietreggiare questi due sciagurati progetti e far prevalere il buon senso e la giustizia per questa terra.

A tal fine il nostro neo gruppo politico “Volontà Popolare” è disponibile ed appoggerà tutte le iniziative che andranno nella direzione della difesa dei bisogni della popolazione.

I CONSIGLIERI GRUPPO “VOLONTA’ POPOLARE”

Mario TOTARO e Salvatore VALENTINO

Articolo presente in:
News

Commenti

  • O.o. Ma cosa vogliono dire in questo comunicato ?NON C CAPISC NINT

    Mario 07/01/2016 22:00 Rispondi
  • Io capisco che ora devono dire qualcosa per dare un senso al loro esistere ma Dio mio almeno qualcosa di sensato.
    Spiegassero i perché della loro scelta, le logiche, i motivi così la città finalmente si schiarisce le idee su un modo vecchio anzi vecchissimo di fare politica
    Basta basta basta vogliamo gente nuova e giovani senza vecchie mentalità

    Paninojo 06/01/2016 19:43 Rispondi
  • bene i consiglieri del gruppo volontà popolare,però voglio far notare che se a l,ospedale si fanno i controlli per chi e stato assunto senza averne diritto di sicuro,si svuota l,ospedale.Io come cittadino di Manfredonia non voglio certamente la chiusura dell,ospedale, però ci vuole il controllo seriamente,sia per i dottori che per infermieri insomma per tutti,inammissibile che per fare una visita passano anni,poi fuori le cooperative gestite dai politici che sono fondi di voti.

    adescato 06/01/2016 8:31 Rispondi
  • Basta con i personalismi….che senso ha questo smarcamento dalla lista cui sono stati eletti? Questa è la vecchia politica che l’elettore dovrebbe punire…purtroppo in tanti non premiano la capacità, la preparazione o il merito ma altre logiche!

    gigi 05/01/2016 23:56 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO