Sabato 28 Gennaio 2023

Il Manfredonia calcio ad una importante svolta societaria

2 1

Potrebbe arrivare nei prossimi giorni la svolta societaria che tutti attendono e che dia finalmente la stura ai gravi problemi tecnici che ogni domenica sono palesati dalla squadra in campo, nonostante gli sforzi e l’impegno profuso dai ragazzi ogni settimana. Dovrebbe essere il gruppo che fa capo a Gianni Rotice che, dopo aver acquisito la metà delle quote societarie del club sipontino, potrebbe rimpinguare le casse di “Via San Giovanni Bosco” di risorse economiche fresche che, aggiungendosi a quelle assicurate da Energas, attraverso il suo presidente Diamante Menale, permetterebbero al presidente Antonio Sdanga di rinforzare un organico che ha bisogno di almeno quattro innesti di over importanti per questa categoria. In “pole position”: Antonio La porta e Ivan Romito. Il tempo stringe, ma ce n’è abbastanza per recuperare: prima della sfida casalinga di domenica prossima, contro la Sporting Fulgor di Molfetta, la squadra allenata da Giovanni Baratto, è caduta rovinosamente a Picerno, subendo quattro reti, accompagnati dai soliti errori difensivi e affacciandosi poche volte dalla parti d Ioime, portiere lucano. L’innesto, nelle ultime settimane, di Roberto De Gioisa, nel ruolo di centrale difensivo, non è bastato a risolvere tutti i problemi della fase difensiva sipontina. Cinque punti dalla salvezza diretta e tre dalla disputa dei play out non sono tanti quando mancano ventidue giornate al termine, con tanti punti ancora da conquistare. Franato il progetto tecnico, non scelto da Antonio Sdanga, che ha visto la veloce apparizione a Manfredonia di Emanuele Cancellato, come Team Manager, e Francesco Vitaglione, direttore sportivo, resistito quasi due mesi con un importante contributo nella composizione delle rosa di calciatori, la prima scelta da fare sarà individuare le persone che comporranno staff tecnico e decidere se concedere una chance seria all’attuale tecnico, Giovanni Baratto, finora inattaccabile o, con l’ingratitudine tipica del calcio, affidare ad un altro nome, magari suggerito dal nuovo direttore tecnico, il delicato ruolo di mister.

Antonio Baldassarre

Articolo presente in:
Manfredonia calcio · News · Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO