Martedì 2 Marzo 2021

La Free Time Manfredonia è prima in serie A2

1 0

Continua e diventa sempre più affascinante la favola della Free Time Manfredonia.

Battendo il Ginosa per 30-29 ed approfittando della sorprendente sconfitta del Città Sant’Angelo, sabato, a Roma con la Lazio, la formazione di mister Tomaiuolo ha raggiunto gli abruzzesi sulla vetta della classifica, staccando, inoltre, il Putignano, che ha pareggiato a Teramo contro la Proger.

La partita di domenica contro il Ginosa è, stata, in realtà, più dura del previsto.

I sipontini, dopo la sconfitta del Città Sant’Angelo ed il pareggio del Putignano, sono entrati in campo molto tesi e contratti, risentendo, evidentemente, del peso dell’altissima posta in gioco.

Il Ginosa, inoltre, si è presentata a Manfredonia con l’organico completamente trasformato rispetto alle precedenti giornate, schierando, per la prima volta, tre nuovi acquisti, tra cui il portierone Leo Potone, acquistato dal Noci, in serie A1, anche a Manfredonia dimostratosi di categoria nettamente superiore.

La partita, dunque, sin dall’inizio, si è giocata sul filo di lana, con continui capovolgimenti di fronte nel punteggio.

Dopo che il Ginosa era arrivata al massimo vantaggio sul 10-8, il primo tempo si è chiuso col punteggio di 14-13 per la Free Time.

Mister Tomaiuolo ha tentato di tutto per indirizzare la partita sui giusti binari, facendo esordire in A2 Aldo Bottalico ed entrare in campo altri ragazzi di solito meno utilizzati.

Dopo un’autentica battaglia, trascinata dall’incessante frastuono dei tamburi e dei cori del pubblico del Palascaloria, finalmente gremito, la Free Time si è portata sul 29-28, a 1’15” dalla fine.

In una continua altalena di emozioni, però, il Ginosa è riuscita a pareggiare, a 17” dalla fine.

Quando, ormai, i tarantini erano convinti di essere riusciti a portare a casa il primo punto del campionato, la scena è stata conquistata da Federico Rubbo Rodriguez.

Il nazionale uruguaiano, autentico fuoriclasse, appena ripreso il gioco, si è impossessato della palla ed ha iniziato una discesa inarrestabile verso la porta avversaria, superando gli avversari come birilli.

Quando si accingeva, ormai, a battere a rete, ha subito un durissimo fallo da un difensore del Ginosa, che ha costretto gli arbitri a fischiare il calcio di rigore, a quattro secondi dalla fine.

Della trasformazione non poteva che incaricarsi lui stesso.

In un’atmosfera surreale e con una freddezza da campione, non si è lasciato ingannare dall’emozione ed ha insaccato nella rete difesa da Leo Potone, facendo, letteralmente, esplodere il pubblico del Palascaloria.

“Sapevamo, di certo, che avremmo avuto una partita non facile, ma, sinceramente, ci aspettavamo di vincerla un po’ più comodamente – ha detto il match winner, autore di 14 reti su 30 complessivi della Free Time – Purtroppo abbiamo avuto il nostro solito calo ed oggi abbiamo anche risentito molto dell’assenza di Michele Esposto, soprattutto nella fase difensiva. Dobbiamo, però, vedere il buono di questa partita: innanzitutto il punteggio finale e, poi, l’importante contributo assicuratoci oggi, sia in difesa che in attacco, da Aldo Bottalico, Damiano Rizzi, Antonio Trotta e Pasquale Tricarico, entrati dalla panchina. Tale contributo è di importanza fondamentale: anzitutto, perché costituisce la miglior conferma dell’unione e della solidità della squadra e, poi, perché è un ulteriore tassello del grande lavoro di crescita che stanno facendo questi ragazzi, importantissimo perché consentirà sempre più di tirare il fiato a quelli che giocano di più. Siamo molto contenti, perchè oggi, pur con molti errori, abbiamo raggiunto il primo posto in classifica, meritatissimo, avendo vinto tutte le partite, tranne quella a Putignano, persa dopo essere stati in vantaggio per tutta la partita e con qualche decisione dubbia degli arbitri. Il primo posto è il giusto premio per il grande impegno che tutti noi mettiamo negli allenamenti in settimana e che ci sta facendo crescere, costantemente, di partita in partita. Il nostro obiettivo, ad inizio anno, era la salvezza e siamo sulla buona strada per raggiungerlo. Mancano dodici partite alla fine, dobbiamo giocare match dopo match e vedere alla fine dove ci troveremo in classifica. Nella pallamano non esiste alcuna squadra imbattibile e noi stiamo dimostrando di potercela giocare con tutti”.

Prossima partita sabato prossimo, alle ore 19.00, in trasferta a Capua.

RISULTATI SESTA GIORNATA

Lazio-Pharmapiu Città Sant’Angelo 27-26

Genesis Mobile Atellana-Esperanto Fondi 29-21

Altamura-Capua 29-30

Proger Teramo-Putignano 21-21

Free Time Manfredonia-Ginosa 30-29

 

CLASSIFICA

Pharmapiu Città Sant’Angelo e Free Time Manfredonia 10

Putignano 9

Genesis Mobile Atellana 8

Proger Teramo 7

Capua e Lazio 6

Altamura ed Esperanto Fondi 2

Ginosa 0.

Ufficio Stampa Free Time Manfredoni

Redazione G.
Articolo presente in:
News · Pallamano · Sport

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO