Venerdì 3 Febbraio 2023

Riccardi e Presidenza ASI: il potere logora chi ce l’ha

6 1

Sono tempi duri per l’Angelo Riccardi contemporaneamente Sindaco e Presidente del Consorzio ASI foggiano. Conferitagli il 27 settembre scorso, la notizia della presidenza ha presto innescato la reazione dei consiglieri comunali pentastellati di Manfredonia Ritucci e Fiore, i quali hanno presentato un esposto in Procura in quanto – ai sensi dell’art 7, comma 2 lett. c) del d.lgs n. 39/2013 –  esiste un veto agli amministratori di province e comuni con più di 15.000 abitanti di ricoprire incarichi di amministrazione in società sottoposte al loro controllo. L’Autorità nazionale anticorruzione (ANAC) ha confermato la veridicità dei dubbi dei cinquestelle in una nota che avviava l’iter di vigilanza relativo all’inconferibilità del ruolo. Alla luce della nota targata R. Cantone, magistrato che presiede l’organo anticorruzione, il responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza dell’ASI ha dovuto avviare il procedimento di accertamento e verifica della controversia sulla poltrona attualmente dichiarata nulla. Il 23 Maggio dell’anno corrente, tramite la sua pagina Facebook, il Sindaco Riccardi definì “inaspettato quanto abnorme e sproporzionato il provvedimento dell’Anac che non va, peraltro, confuso con una sentenza d’appello”oltre a descrivere l’Autorità anticorruzione “miope e superficiale”. Il motivo di questo intervento a gamba tesa del Sindaco sarebbe relativo alla peculiarità del Consorzio ASI di Foggia, distinto per apposita legge regionale dalle altre realtà nazionali: “è la stessa legge regionale che impone che la rappresentanza del Consorzio sia garantita dai rappresentanti legali degli enti consorziati più rappresentativi a livello locale”, sintetizzò nel post sui social annunciando, inoltre, il ricorso al TAR per rimuovere l’effetto dell’atto ANAC. Probabilmente ci saranno aggiornamenti sulla faccenda dopo il 25 giugno 2018, termine ultimo per presentare la documentazione utile alla formulazione di pareri posti alla valutazione dell’ufficio prevenzione della corruzione e della trasparenza del Consorzio ASI.

Antonio Raffaele La Forgia

Article Tags:
·
Articolo presente in:
News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO