Domenica 22 Settembre 2019
Crimini Ambientali (728x90)

Tiriamo le somme della Festa Patronale 2019 e… pensiamo “già” al Carnevale

2 3

La 183° Edizione della Festa Patronale in onore di Maria Santissima di Siponto si è appena conclusa, tra non poche difficoltà e molte soddisfazioni. Questa edizione è stata interamente organizzata dal GAL DaunOfantino, su incarico del Commissario Prefettizio, in soli venti giorni e la riuscita dell’evento è andata ben oltre le aspettative, come dichiara il Presidente del GAL Michele D’Errico, considerando il difficilissimo momento politico ed economico nel quale riversa il nostro Comune ormai da mesi. Particolarmente ardua è stata l’organizzazione sul lato economico, data la pressoché nulla disponibilità di fondi, assolutamente indispensabili per la buona riuscita di un evento di una così grande portata. Tuttavia, la Festa Patronale di quest’anno ha raccolto esclusivamente pareri positivi, in particolar modo dallo stesso Commissario Prefettizio e dal Vescovo Franco Moscone, che hanno lodato coloro che si sono messi gratuitamente a disposizione totale del GAL, e lo spirito di solidarietà e amore da parte della cittadinanza nei confronti di una tradizione che è un pilastro fondamentale per Manfredonia. Dichiara ancora D’Errico che “la politica, e la sua attuale assenza, è solo un grande e comodo alibi: se vogliamo dare un futuro a questa città, dobbiamo smetterla di fare i tifosi non paganti sugli spalti e dobbiamo scendere in campo da protagonisti ed impegnarci”. Questo è un punto assolutamente centrale che in momenti di totale necessità come questo diventa un dovere irrinunciabile e imprescindibile. Impegno, cittadinanza attiva, cooperazione: negli ultimi mesi Manfredonia si è mossa egregiamente in questa direzione sociale e questo modus operandi dovrebbe culminare nell’organizzazione dell’altro grandissimo evento della tradizione sipontina, ossia il Carnevale. Chi si occuperà dell’organizzazione del Carnevale 2020? Il GAL DaunOfantino? È una scelta che spetta al Commissario Prefettizio, sebbene D’Errico specifichi che il fine ultimo del GAL è quello di sviluppare il territorio attraverso l’attuazione del PSR Puglia e che, quindi, la Festa Patronale è stata una situazione di straordinarietà. Se non il GAL, chi allora? Non abbiamo risposte, ma una cosa è certa: chiunque si occuperà dell’organizzazione del prossimo Carnevale non avrà vita facile, dal momento che l’Agenzia del Turismo è stata liquidata nel pieno della sua attività e programmazione. Ci sono situazioni da risanare e debiti da saldare. Che futuro avrà la manifestazione annuale più importante della nostra città, che attira ogni anno migliaia di turisti? Come cittadinanza staremo di nuovo a guardare per poi lamentarci a gennaio sui contorni incerti dell’edizione 2020? Siamo ancora a settembre, eppure bisognerebbe “già” svegliarsi…

Giuliana Scaramuzzi

Redazione R.
Articolo presente in:
News

Commenti

  • Pensate al lavoro, invece del Carnevale.

    1
    1
    Avatar Pensate al lavoro, invece del Carnevale. 10 Settembre 2019 alle 22:43 Rispondi
  • Perché volete organizzare voi anche il carnevale?

    Avatar ciccio 10 Settembre 2019 alle 22:41 Rispondi

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php