Giovedì 21 Novembre 2019
Giornale a Casa

Esclusione della provincia di Foggia dall’itinerario della nuova via Francigena. M5S: “La Regione corregga l’errore”

1 3

Sapere il perché la Regione abbia escluso dall’itinerario della nuova via Francigena alcuni tratti della provincia di Foggia, nonostante fonti storiche attestino il passaggio del pellegrinaggio anche in quelle zone. È quanto chiedono i consiglieri regionali del M5S Rosa Barone e Gianluca Bozzetti, che depositeranno la richiesta di audizione nelle Commissioni congiunte VI e IV dell’assessore all’industria turistica e culturale Loredana Capone e del presidente dell’associazione Tratturi e Transumanza Michele Pesante.

“La provincia di Foggia – dichiarano i consiglieri pentastellati – da sempre è stata un punto di passaggio della via Francigena, come dimostrano hospice e chiese che ospitavano i pellegrini che entravano in Puglia da Ariano, Faeto, Celle San Vito, Castelluccio e Troia. Non si capisce quindi come sia stato possibile un simile errore storico. Ci chiediamo: dov’erano le istituzioni locali quando è stato fatto questo percorso? Possibile che nessuno si sia accorto di quello che stava accadendo? In audizione chiederemo di porre rimedio a questo pasticcio: la Capitanata, che ancora una volta viene ‘dimenticata’ dalla Regione non può continuare a essere penalizzata”.

Redazione G.
Articolo presente in:
Comunicati · News

Commenti

  • Chiedo più rispetto e dignità per la provincia di Foggia, escludendo dai centri di potere e di rappresentanza quelle persone che la stanno infangando.

    Avatar Franco 11 Novembre 2019 alle 05:50 Rispondi
  • La via Francigena nel sud ha una tappa obbligata in capitanata, cioè Monte Sant’Angelo che dovrebbe essere il posto della Cristianita’piu importante al Mondo. Qui San Michele richiama tutti a riconoscere il primato di Dio e non degli uomini quindi la regione Puglia dovrebbe capire che se vorranno ancora i nostri voti dovranno riconciliarsi con la Capitanata anziché bistrattarla altrimenti prima o poi anche noi saremo obbligati ad obliterare certe VIE !!! Ah un consiglio al nostro presidente Emiliano , cambi politica perché quella degli ultimi tempi somiglia molto a quella della Prima Res Publica .

    Avatar Peter 09 Novembre 2019 alle 18:13 Rispondi
  • Qualcuno informi i nostri consiglieri regionali che la Puglia, secondo la Giunta regionale, va dalla Provincia BAT fino a Santa Maria di Leuca. Tutta la Capitanata ed il Gargano, ma soprattutto gli abitanti di queste TERRE, sono considerati come cittadini di serie “D”, si D come Tasse DOVUTE alla Regione e niente altro. Possibile che non l’hanno ancora capito????

    Avatar ilproletario 09 Novembre 2019 alle 00:12 Rispondi

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php