Mercoledì 24 Luglio 2024

Per rialzare Manfredonia servono oltre 13 milioni di euro

5 1

La Commissione Straordinaria ha deliberato il piano degli interventi urgenti: si aspetta la risposta del Ministero degli Interni

Con il Commissariamento del comune di Manfredonia, avvenuto all’indomani dello scioglimento dell’ente, dal governo centrale è stata “inviata” nella città sipontina anche una commissione straordinaria. Il compito della commissione è quello di supportare il commissario prefettizio nel traghettare la città fuori dalla complessa situazione economico-finanziaria nella quale versa. In sostanza, si tratta di una commissione composta dal commissario Piscitelli, dal viceprefetto Francesca Anna Maria Crea e dal dirigente di II fascia Area I Alfonso Agostino Soloperto. Attraverso il lavoro degli ultimi mesi, la commissione straordinaria è riuscita a definire un “Piano Straordinario” da inviare al Ministero dell’Interno. In questo piano sono annoverate tutte le opere d’intervento straordinario di cui la città necessita per poter provare a ripartire ponendo riparo ai gravi disservizi provocati alla comunità. Si tratta di un piano d’interventi straordinari che il Ministero degli Interni mette a disposizione dei comuni sciolti per infiltrazioni mafiose. La commissione insediatasi nella città del golfo ha definito un importante piano d’interventi necessari alla città ed ai suoi cittadini per potersi rimettere in corsa dopo il periodo di commissariamento, in vista delle prossime amministrative. Dagli 800.000€ per il ripristino delle strade cittadine, ai 5mln di € utili al recupero dell’ex Nautico di viale Dante Alighieri; dai 100.000€ per il ripristino di parchi e patrimonio a verde, alla manutenzione degli impianti d’illuminazione. Ed ancora, 2 milioni di € per il restauro della pavimentazione di Corso Roma ed altre somme utili ai lavori presso le ex Fabbriche di San Francesco, per la costruzione di loculi comunali e per l’informatizzazione dei servizi al pubblico. Queste ed altre opere che la commissione ritiene necessarie per favorire un graduale processo di recupero economico-sociale, al fine di garantire trasparenza amministrativa e uscita dall’attuale situazione di gravi disservizi. Una volta valutata la sostenibilità economica degli interventi, ed accertata la condizione emergenziale dei disservizi stessi, il Ministero potrebbe giocare un ruolo decisivo nell’uscita della città di Manfredonia dallo stato comatoso nel quale si trascina da tempo. Nei prossimi mesi capiremo se e come la città si avvierà a voltare pagina. Nella fiduciosa attesa, ci auguriamo che nuove idee per il futuro amministrativo di Manfredonia possano cominciare a prendere forma.

di Giovanni Gatta

Articolo presente in:
News

Commenti

  • Non si potrebbe pensare a una bella Area Camper per favorire il turismo itinerante a beneficio di tutte quelle attività legate al turismo.

    1
    1
    Filippo 03/03/2020 7:48 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com