Lunedì 17 Gennaio 2022

Lettera di una mamma

33 7

Buongiorno Direttore,

sono la mamma di due bambini di 1 e 3 anni. Stamattina ho preso la giornata libera dal lavoro per portarli a passeggio sul lungomare zona Acqua di Cristo.
Un primo contatto col mare da vicino, i piedini sulla sabbia vicino agli scogli, un pò di iodio e Vitamina D ( dicono che aiuti a prevenire il Covid-19!). C’erano solo tre signore a prendere il sole, distanziamento assicurato. Prendo i bambini per mano e provo a scendere dalla scaletta in cemento: il bidone è rotto e appeso. La spazzatura: cartoni, bottiglie e vaschette fanno compagnia a guanti e mascherine. Mi armo di coraggio e scendo: vetri rotti, già da tempo e plastica. Ovunque. Mi riprendo i bambini e risalgo in auto.
Il parco giochi del Castello è troppo pieno per fermarsi e anche lì i cestini sono pieni.
Proviamo a passeggiare all’ombra delle querce. Un percorso di guerra: tra escrementi di cani e bottiglie lasciate, insieme a cartoni di pizza e vaschette di patatine vuote ovunque. E non è colpa dell’ASE.
Questo non è Coronavirus è mancanza di amore per la propria città, per i propri figli e soprattutto per se stessi.
Caro Direttore, dove posso portare due bambini, che appena camminano,  senza rischiare di passare dal pronto soccorso, prendere il tifo a respirare un pò?
Grazie infinite,
una mamma
Articolo presente in:
News · SOS Cittadini

Commenti

    Commenta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

     

    MANFREDONIA VIDEO