Sabato 16 Gennaio 2021

I bitcoin possono essere sfruttati per guadagnare: ecco come

0 0

Riuscire a individuare il momento perfetto per comprare o per vendere: questo è il segreto per essere in grado di guadagnare con i bitcoin. Se poi si può usufruire dell’aiuto della tecnologia, come quello rappresentato da Bitcoin Profit, la via per il successo si fa ancora più agevole. Certo è che risulta opportuno conoscere in modo approfondito il mercato. Per esempio quando nel novembre del 2013 si è verificato un notevole incremento della quotazione di bitcoin, sono stati tanti gli investitori abili nel fare soldi perché hanno avuto l’abilità di vendere quando era più opportuno farlo.

Anticipare il mercato

Ecco, quindi, che per chi si chiede come fare soldi con i bitcoin, la risposta è una e tutto sommato semplice: fare in modo di anticipare il mercato. Sia chiaro: tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare, nel senso che non è così facile comprendere qual è il momento ideale per acquistare o per vendere. Con il bitcoin, così come avviene per ogni altro genere di investimento, non si può fare a meno di tenere in considerazione il contesto generale. Tra l’altro, il conto bitcoin può essere utilizzato come un conto bancario vero e proprio.

Dove si acquistano i bitcoin

Il primo passo da compiere è rappresentato dall’apertura di un portafoglio personale, mentre lo step successivo consiste nell’acquisto dei bitcoin. Va detto che non sono pochi i servizi di cui si può usufruire per svolgere questa operazione: anche per questo motivo è essenziale operare una cernita, così da essere certi di fare riferimento unicamente a venditori che siano affidabili. Insomma, è sempre meglio optare per i siti autorizzati: chi lavora con i bitcoin sa bene che la sicurezza è un aspetto da cui non si può prescindere.

La compravendita

Dopo aver portato a termine l’iscrizione a uno dei siti che permettono la compravendita di monete virtuali, è possibile provvedere a un pagamento una tantum usando una Postepay o, in alternativa, connettere il proprio account al sito. In entrambi i casi si ha l’opportunità di rimpolpare il conto. La connessione del conto stesso presuppone diversi controlli, sempre a tutela di chi investe. Vale la pena di ricordare, poi, che per l’acquisto e per la vendita di criptovalute non si applica un tasso di cambio fisso, dato che le fluttuazioni del mercato sono sempre decisive.

Il valore del bitcoin

In questo momento la quotazione del bitcoin è ben distante dal valore che questa moneta virtuale aveva negli anni passati. Il picco da questo punto di vista si è registrato proprio a novembre del 2013, quando il tasso di cambio tra bitcoin e dollaro americano era di 1,051. Tuttavia è stato di breve durata il periodo in cui il bitcoin è stato in grado di mantenere tali posizioni, come indicano i grafici. Anche per questo motivo c’è chi fa riferimento a un boom speculativo: vari esperti del settore sono convinti che prima o poi la corsa del bitcoin si esaurirà. Ma non è detto che per chi investe questo sia uno svantaggio.

L’indirizzo di bitcoin

Quando si apre un indirizzo bitcoin non si fa altro che attivare una specie di conto personale che permette di gestire i propri acquisti e le proprie vendite. Non sono certo pochi, soprattutto se si attua un confronto con il passato, i portafogli che risultano compatibili non solo con Windows, ma anche con Linux, con iOS, con Android e con Osx. Mycelium è uno dei programmi che vengono utilizzati più di frequente per lo scambio di bitcoin, ma meritano di essere menzionati anche Hive ed Electrum.

Redazione R.
Articolo presente in:
Dall'Italia

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO