Sabato 16 Gennaio 2021

Giuseppe Angel Manfredonia, un’idea nata nel 2007/2008 che è cresciuta sempre di più

0 0

Quando si parla di pallacanestro, come avviene in tante altre discipline sportive, non si fa riferimento solamente alle categorie superiori, quelle che sono sulla bocca di tutti, come ad esempio la Serie A, oppure i campionati a stelle e strisce, che ormai sono conosciuti e diffusi a qualsiasi latitudine.

Infatti, il riferimento non può che essere anche alla pallacanestro delle cosiddette serie “minors”, in cui si gioca spesso e volentieri solamente per passione. Così come per passione, con lo stop di gran parte dei campionati italiani verso cui si sta andando, tanti fan della pallacanestro si stanno orientando verso gli sport virtuali, che ultimamente sono sempre più gettonati anche tra gli appassionati di scommesse sportive online.

Un settore, quello dei casinò online, che sta conoscendo una diffusione sempre maggiore, anche in riferimento alle scommesse sportive. Sì, perché ci sono tantissime piattaforme online che offrono la possibilità di puntare in modo sicuro e affidabile. Ci sono diversi casino online gratis che tutelano in maniera impeccabile i dati inseriti in fase di registrazione da parte degli utenti, ma non solo, dal momento che offrono un’esperienza di gioco complessivamente coinvolgente e molto divertente. Importante, però, scegliere sempre dei portali che hanno ottenuto ed espongono la licenza ADM o AAMS, fondamentale garanzia di rispetto della normativa italiana in tema di gioco d’azzardo sul web.

L’importanza di trasmettere certi valori e la volontà di puntare sul minibasket

Correva il 22 settembre 2002: è il giorno in cui, da una brillante intuizione del duo Arciuolo-Ciociola, si crea la ASD Giuseppe Angel Manfredonia, che poi cambierà la sua denominazione in SSD. L’obiettivo, all’inizio era quello di lanciare un’attività sportiva, quella della palla a spicchi, rivolta essenzialmente ai più piccoli. Un progetto che mirava a far conoscere questo sport in modo responsabile e genuino, atto a tramandare quei valori sacri di cui ogni sport dovrebbe essere portatore, a maggior ragione ai livelli più bassi.

In seguito ai primi anni dedicati esclusivamente al minibasket, ecco che la Giuseppe Angel è diventata “grande” nella stagione 2008/2009, quando ha scelto di prendere parte ai campionati senior, partendo dalla Prima Divisione. Da quel momento in avanti, si è avuta una progressione decisamente interessante e che riempie d’orgoglio coloro che hanno sostenuto fin dal primo momento questo ambizioso e meritevole progetto.

Sono due le annate trascorse in Prima Divisione, fino ad arrivare al 2010. Successivamente, arriva in dote un’altra grande soddisfazione, con il trionfo nel campionato di Promozione. Merito anche delle grandi prestazioni che sono arrivate da parte di Mastroluca e Piemontese. Senza dimenticare anche il debutto di Umberto Gramazio, colui che diventerà poi il capitano di un gruppo estremamente unito. Una vittoria in Promozione, che è arrivata battendo, nella serie al meglio delle tre partite, il Putignano, nel 2011.

Il passaggio in Serie D

Una volta raggiunta la Serie D, con l’aggiunta di giocatori come Aliberti, Alvisi e Ciccone, proseguono le soddisfazioni, anche grazie al nucleo di giovani talenti, “affamati” di vittorie, di casa. Un gruppo che riuscì a mantenere questa categoria per un biennio, fino al ripescaggio che portò a disputare nel 2014 il campionato di Serie C Regionale.

Da quel momento in avanti, furono due giocatori argentini, ovvero Rodriguez e Monier, a trascinare la squadra fino alla post-season. Sono ancora anni forieri di numerose soddisfazioni, che hanno portato in dote la partecipazione al campionato di Serie C Silver. Quattro stagioni in questa categoria con un andamento che non è stato sempre così lineare come si potrebbe pensare. Tra spettri legati a una potenziale retrocessione e vittorie insperate, sono stati anni vissuti con grandi emozioni e tutti d’un fiato.

 

Redazione R.
Articolo presente in:
Dall'Italia

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO