Venerdì 22 Gennaio 2021

Fermiamo la violenza sulle donne: Flashmob dell’Istituto Comprensivo “Perotto-Orsini”

15 1

La pandemia causata dal coronavirus ci ha costretti ad una chiusura con il mondo esterno, a vivere distanziati, ma sono le scuole che vivono la situazione di maggiore difficoltà perché non riescono più ad essere comunicazione sociale, a portare avanti il contatto umano tra alunno e insegnante, perno dell’educazione scolastica.

Proprio questa difficoltà spinge l’Istituto Comprensivo “Perotto-Orsini” a continuare nel suo impegno didattico-educativo. Così in piena pandemia, un gruppo di docenti della Scuola Secondaria di 1° Grado “ N. Perotto” hanno organizzato e diretto, sia con gli alunni in presenza sia con gli alunni in Didattica a distanza, un flashmob per la GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE.

I ragazzi, sulle note della canzone di Ermal Meta, Vietato morire, con dei cartelli che ripetevano parole “violente” hanno creato una sorta di sipario ai lati delle scale dal cui centro sono state portate, adagiate su un cuscino un paio di scarpette rosse. Al centro del cortile in un semicerchio che conteneva altre parole “violente”. Alle spalle delle scarpette tenute come reliquie i ragazzi esponevano i cartelli SONO SOLO PAROLE e NO VIOLENZA. Terminata la coreografia, la Dirigente prof.ssa Sinigaglia Maria Angela ha letto una riflessione di una giovane autrice del nostro territorio, Sara Ciafardoni.

Il flashmob è stato organizzato con la precisa volontà di non far dimenticare che è soprattutto in momenti difficili, come questo che stiamo vivendo, che la violenza viene perpetrata in maniera più crudele e che rende quasi impossibile alle donne di denunciare l’abuso subito.

Lo scopo non è stato solo quello di aiutare a combattere questa piaga sociale ma anche di rendere consapevoli e coscienti i nostri ragazzi che la violenza non è né accettabile né ammissibile e tutti abbiamo il dovere di denunciare ciò che è ingiusto e sbagliato.

Prof.ssa Giancaspero B. R.

Redazione M.
Articolo presente in:
News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO