Lunedì 8 Marzo 2021

Dopo Guardiola e Klopp, chi sono gli allenatori più promettenti d’Europa

0 0

Quanto incide veramente un allenatore in una squadra? Nell’ultimo decennio i nomi dei tecnici più inseguiti sul mercato sono stati quasi sempre gli stessi. Pep Guardiola ha fatto le fortune del Barcellona prima di trasferirsi al Bayern Monaco e poi al Manchester City. Jurgen Klopp, invece, aveva raggiunto nel 2013 la finale di Champions League con il Borussia Dortmund, ma solo una volta approdato al Liverpool si è tolto la soddisfazione di sollevare la “coppa dalle grandi orecchie”. Indubbiamente loro due sono tra i migliori allenatori in circolazione in questo momento, eppure non sono gli unici che hanno attirato su di sé tutte le attenzioni nelle stagioni più recenti.

Come non citare Hans-Dieter Flick? La sua carriera è iniziata sotto la migliore stella. Nell’estate del 2019 avrebbe dovuto ricoprire semplicemente il ruolo di vice al Bayern Monaco, ma in seguito all’esonero di Niko Kovac, che stava mettendo in discussione il primato tedesco dei bavaresi, Flick ha condotto la squadra sino al termine della stagione, vincendo tutto quello che c’era da vincere. Anche la Champions. Se fosse stato assegnato il Pallone d’oro del 2020, sarebbe andato sicuramente a un suo giocatore: nella fattispecie il principale candidato sarebbe stato Robert Lewandowski. Flick è stato già premiato come allenatore dell’anno UEFA e si trova ancora alla guida del Bayern, anche se qualche settimana fa ha conosciuto la prima vera delusione da tecnico: l’eliminazione in Coppa di Germania contro una squadra di seconda divisione. Il futuro, comunque, è tutto dalla sua.

Volendo dare un’occhiata anche al calcio italiano, come potremmo non citare Antonio Conte? Amato e odiato, l’ex capitano della Juventus ha avviato da allenatore il ciclo di vittorie bianconere che ad oggi non è stato ancora arrestato. Dopo aver ottenuto buoni risultati anche al Chelsea e in Nazionale, da un paio di anni a questa parte Conte ha risollevato l’Inter, che a 10 anni di distanza dall’ultima volta è tornata finalmente a competere per lo scudetto. Nella passata stagione i nerazzurri sono arrivati secondi in classifica a un solo punto dalla stessa Juventus e anche quest’anno stanno spingendo forte. Insomma, è la conferma che la presenza di Conte in panchina valga effettivamente qualcosa.

Occhio anche a Solskjaer: l’ex attaccante del Manchester United ha preso la guida dei “Red Devils” alla fine del 2018 e oggi li sta riportando a lottare per il titolo nazionale in Inghilterra. Di sicuro il norvegese ha convinto finora molto di più di quanto abbia fatto al Chelsea l’ex Frank Lampard, esonerato dopo un anno e mezzo di esperienza non troppo fruttifera con i “blues”. Giudizio sospeso, invece, per Arne Slot, che fino a qualche mese fa stava facendo parlare un gran bene dell’AZ Alkmaar ed è stato esonerato dopo aver preso accordi con il Feyenoord.

Nei prossimi mesi, comunque, potrebbe spuntare fuori qualche altro nome interessante. Come si evince dalla panoramica sulla fase finale della Champions League 2021 c’è la possibilità che qualche formazione meno quotata riesca a raggiungere un buon piazzamento nella massima competizione europea. Si tratta di un’ottima vetrina anche per i nostri Inzaghi e Gasperini, che in futuro potrebbero anche accettare la corte di qualche big internazionale. Nel complesso, gli allenatori italiani sono ancora tra i più stimati al mondo.

Redazione R.
Articolo presente in:
Dall'Italia

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO