Domenica 18 Aprile 2021

“Patto di promozione di Manfredonia”: nuove adesioni e stesura “Manifesto civile”

2 5

Coordinamento per la valorizzazione e promozione turistica del territorio, Manfredonia città dell’accoglienza e dell’ospitalità, creare circuito virtuoso per apertura e gestione integrata dei beni culturali, progetto di educazione civica con le scuole e le famiglie,  campagna di informazione e sensibilizzazione dei cittadini sul patrimonio storico-culturale della città, stimolare il senso civico, migliorare il decoro urbano e la vivibilità della città,  raffronto con istituzioni, enti e soggetti sovraterritoriali.

Sono gli obiettivi programmatici del nascente “Manifesto civile” di Manfredonia proposto dal “Patto di Promozione di Manfredonia”, che in questi ultimi mesi ha allargato i suoi orizzonti operativi e partecipativi, aggregando, ai soggetti fondatori (Gal DaunOfantino, Touring Club Italiano – Club Territorio Manfredonia, Slow Food Condotta di Manfredonia) altri importanti presidi culturali e sociali della città: Proloco Manfredonia, Fondazione Re Manfredi, Rotary Club Manfredonia, Manfredonia In Rete – Contratto Di Rete Operatori Turistici, Coop. Bottega Degli Apocrifi, Uisp Comitato Territoriale Manfredonia, Aps Dauniatur, Andrea Pacilli Editore «Buenaventura», Vincenzo e Michela D’Onofrio (esperti in materie turistiche).

Il “Patto per la promozione del territorio di Manfredonia” nasce nel 2016 per potenziare e favorire la promo-commercializzazione e lo sviluppo del turismo, promuovendo in particolare il turismo culturale, naturalistico, enogastronomico, congressuale. Un’unione d’intenti, forze, know how e risorse per dare man forte ad un asset economico ed occupazionale importante per la città: obiettivi da perseguire mediante una serie di attività di promozione e valorizzazione del territorio del Comune di Manfredonia, e di tutte le risorse territoriali, al fine di aumentare l’efficacia e conseguentemente la ricaduta sul territorio in termini di aumento dell’appeal e dell’identità territoriale, riconoscibilità del territorio e dei suoi elementi fondanti.

“Con l’allargamento dei sottoscrittori del Patto – ha spiegato Michele De Meo, Console TCI – dobbiamo e possiamo essere da supporto alle decisioni delle sorti future della città. Non miriamo assolutamente a ruoli politici nella prossima Amministrazione comunale e non vogliamo essere organizzatori di eventi. Il compito sarà quello di mettere a disposizione le nostre idee, il nostro impegno la nostra professionalità per essere guida e stimolo a chi avrà il compito di guidare Manfredonia verso il futuro. Per questo come primo impegno, siamo stati ricevuti dalla Commissione Prefettizia per aprire un dialogo costruttivo per la nostra comunità, al fine di ottenere risposte alle esigenze non più procrastinabili. Da parte dei Commissari, a fronte di proposte e segnalazioni puntuali e concrete, c’è stata la massima disponibilità a collaborare per addivenire (partendo proprio dal Manifesto Civile in elaborazione) a soluzioni utili per gli imprenditori, cittadini e turisti”.

Economia della bellezza, coesione, consapevolezza, programmazione e mettersi in ascolto le parole chiave poste in cima all’agenda del “Patto di Promozione di Manfredonia” che sin da subito vede tutti i sottoscrittori “impegnati nella produzione di contenuti concreti di visione”, a partire da un patto integrato con la scuola, al fine di offrire ai ragazzi servizi che possano creare un forte asse scuola-famiglia-comunità per la crescita umana e professionale. Uno strumento, quello del Manifesto civile, rivolto alla comunità, con proposte che devono partire “dal basso”, per rendere tutti i cittadini protagonisti e consapevoli.

A tal proposito i referenti del Patto di Promozione, nella giornata di ieri, hanno avuto modo di confrontarsi direttamente con l’Arch. Francesco Longobardi neo Direttore del Parco Archeologico di Siponto, con il quale sono state poste le basi per una collaborazione fattiva di idee e progetti utili ad innalzare l’attrattività, la fruizione ed il valore storico-culturale del sito a favore della promozione e dell’economia di tutto il territorio. Tra le proposte vagliate la messa in rete di tutti gli attrattori culturali della città con un ticket d’ingresso unico.

Agli incontri propedeutici alla stesura del “Manifesto Civile” hanno preso parte: Michele De Meo (Console TCI e Presidente Fondazione Re Manfredi), Michele d’Errico (Presidente Gal DaunOfantino), Antonio e Paolo Lauriola (Slow Food Condotta Manfredonia), Raffaele Fatone (Rotary Club), Cosimo Severo e Stefania Marrone (Bottega degli Apocrifi), Orazio Falcone e Antonietta D’Anzeris (Uisp Manfredonia), Francesco Schiavone (Presidente ProLoco Manfredonia), Giuseppe Frattarolo (Presidente Aps DauniaTur), Antonella Iaccarino (Manfredonia in Rete), Luigi Olivieri (Lega Navale Sez. Manfredonia), Andrea Pacilli (Andrea Pacilli Editore «Buenaventura»), Bruno Mondelli (“Associazione Arte in Arco”) Vincenzo e Michela D’Onofrio (esperti in materie turistiche).

Redazione G.
Articolo presente in:
Comunicati · News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO