Lunedì 19 Aprile 2021

Università in rete per valorizzare il territorio: spunti dal webinar ‘Per il meglio della Puglia…incontra!’

1 3

Tre Magnifici Rettori, tre prestigiose Università e un appuntamento per favorirne il dialogo, sia pure in ‘forzata virtualità’: questo il senso del webinar organizzato lo scorso 12 febbraio dall’ETS “Per il Meglio della Puglia”, associazione presieduta da Piero Gambale.

Libere riflessioni, inserite nell’ambito del ciclo di webinar ‘Per Il Meglio della Puglia…incontra! -iniziato da alcuni mesi, tra la Rettrice dell’Università degli studi di Milano-Bicocca, prof.ssa Giovanna Iannantuoni, il Rettore dell’Università degli studi Luiss “Guido Carli” di Roma, prof. Andrea Prencipe e il Rettore dell’Università degli studi di Foggia, prof.  Pierpaolo Limone.

 

Al centro del serratissimo confronto i temi più attuali che riguardano il futuro del mondo accademico italiano per guardare lontano ma senza dimenticare le proprie ‘radici’.

La Rettrice Iannantuoni ha sottolineato l’importanza primaria di creare un solido collegamento tra università e impresa per permettere la crescita e la competitività di entrambe a livello europeo. Resta l’urgenza – ad avviso della Rettrice – di sviluppare e promuovere politiche a supporto delle donne che non riescono ancora a raggiungere i ruoli apicali in tanti settori.

Il dato, registrato dall’OCSE, pone l’Italia come fanalino di coda nell’impiego della forza lavoro femminile. Questa realtà dei fatti porta alla ‘perdita’ di idee nuove e dinamiche. È necessario, inoltre, prendere le distanze dai vincoli, definiti “immorali” dalla Rettrice, che finiscono per obbligare una donna a dover scegliere tra carriera e famiglia.

Altro aspetto per rendere sempre più all’avanguardia l’università è puntare sull’utilizzo degli ambienti digitali, che la pandemia ha reso indispensabili, non in modo asettico ma per potenziare la didattica in presenza. Una buona didattica, infine, ha bisogno di campus strutturati per essere vissuti a 360 gradi. Campus dove i ragazzi possano vivere anni irripetibili e densi di esperienze per conoscere meglio se stessi e guardare con consapevolezza a nuovi traguardi di vita e professionali.

La riflessione finale è rivolta al territorio pugliese: le nostre radici culturali non si possono dimenticare in quanto fondamentali allo sviluppo del potenziamento strategico per valorizzare, ad esempio, la piccola e media impresa del foggiano.

 

Il Rettore Prencipe punta sull’innovazione e su quelli che definisce “ecosistemi collaborativi”. L’obiettivo deve essere quello di creare sinergie tra il mondo accademico e il mondo del lavoro e, conseguentemente, occorre investire sul capitale umano per colmare l’enorme divario esistente, ad esempio, tra gli ottocentomila tecnici specializzati che forma la Germania ed i soli ottomila dell’Italia.

Secondo il Rettore Prencipe, l’Italia gode di un grande vantaggio: possiamo essere dei grandi attrattori perché abbiamo un way of life inimitabile ed inconfondibile. Su questa solida ed accattivante base bisogna investire, progettare e costruire le adeguate infrastrutture per creare nuove progettualità di carriera.

Il Rettore Limone riassume in tre principali temi le riflessioni e i progetti scaturiti dal confronto: Mezzogiorno, giovani, donne, profili che saranno cruciali nella programmazione e gestione anche delle risorse del Recovery Plan.

Nelle parole del Rettore Limone, i nostri talenti hanno bisogno di infrastrutture ed un sostegno arriva sicuramente dalla rete che si è creata in questi anni nella collaborazione tra atenei pubblici e privati. I giovani ricercatori hanno bisogno di nuove regole per le selezioni, regole che si adeguino agli standard europei. A questo proposito, è fondamentale una sana riforma del regolamento dei dottorati, strutturata in collaborazione con la Pubblica Amministrazione. Solo seguendo questi percorsi si può traguardare ad esempio la strutturazione di Dottorati Industriali altamente innovativi.

Guardando al futuro, accelerato dalla pandemia e diventato ormai prossimo, l’imprescindibile è costruire ‘palinsesti’ più flessibili per la didattica universitaria, intersecando presenza e virtualità.

Perché allora non osare di più e proporre alla Politica, magari partendo proprio da questo genere di confronti, un Master Plan analitico e creativo che ridia il giusto rilancio all’università italiana?

 

Eleonora Zaccaria

Per il Meglio della Puglia

Redazione G.
Articolo presente in:
Comunicati · News

Commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO