Venerdì 23 Luglio 2021

Manfredonia Nuova: riduzione TARI per operatori commerciali ed Associazioni culturali

3 0

La scrivente associazione MANFREDONIA NUOVA, fa riferimento all’orientamento espresso dalla ARERA (Ente di Regolamentazione per Energia Reti e Ambiente) che, nel confermare l’impianto di regole adottate lo scorso ottobre in materia di TARI, introduce elementi di flessibilità nel settore dei rifiuti, a cui gli Enti territorialmente competenti possono far ricorso per favorire l’uscita dalla fase di emergenza dovuta alla pandemia da Coronavirus. Tanto si scrive per ottenere la riapertura dei termini per includere tutto il 2020 e, perdurando l’attuale situazione, includere in tutto o in parte il 2021.

Il riconoscimento dei costi sostenuti per far fronte all’emergenza, le modalità di accesso al Conto Covid istituito da ARERA, con la Tabella 1 (allegata alla presente) introduce elementi di flessibilità nel settore dei rifiuti, a cui gli Enti territorialmente competenti (ETC) possono far ricorso per favorire l’uscita dalla fase emergenziale dovuta alla pandemia da Coronavirus, stabilendo che la TARI potrà essere calcolata tenendo conto della particolarità “delle condizioni determinate dal Covid sulle attività produttive”.

Qui parliamo delle attività commerciali, che sono state chiuse per molti mesi durante l’anno 2020, subendo un danno quasi irreparabile, ma anche di tutte quelle sedi culturali, politiche e assistenziali, in ogni caso senza finalità di lucro, che hanno chiuso per ottemperare alle esigenze di tutela della salute pubblica, senza conferire né poter conferire alcun rifiuto.Si tratta anche di una forma di sostegno e di vicinanza alle imprese che sono state duramente colpite dal punto di vista economico dalla chiusura imposta dal Lockdown ed anche per mantenere in piedi quelle sedi che svolgono nel cuore della città attività di stimolo e di dedizione assistenziale, culturale, sociale, associativo ed artistico, che sarebbe grave danno perdere.

La delibera ARERA 158/2020, prevede che gli Enti territorialmente competenti, nel definire le entrate tariffarie in applicazione delle regole previste dal Metodo Tariffario Rifiuti (MTR), potranno considerare anche specifiche componenti previsionali che consentono di tener conto degli scostamenti attesi rispetto ai valori di costo effettivi dell’anno 2020.Gli ETC che abbiano applicato una riduzione dei corrispettivi variabili, a sostegno delle utenze non-domestiche, potranno richiedere un’anticipazione finanziaria alla Cassa Servizi Energetici e Ambientali (CSEA), per un importo corrispondente al minor gettito registrato per l’anno 2020, che potrà essere recuperato in tariffa nelle tre annualità successive.

Per tutto quanto detto, rivolgiamo un caloroso invito alle SS.LL. affinché si dia corso a quanto previsto, per tranquillizzare tante rispettabili categorie che attendono dalla Pubblica Amministrazione un minimo di comprensione e di conforto, oltretutto facendo tutto secondo giustizia.

Articolo presente in:
Comunicati · News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO