Domenica 18 Aprile 2021

ZES e ZFD: cosa sono e a chi servono

0 0

Nell’ambito degli interventi urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno, lo stato italiano ha previsto e disciplinato la possibilità d’istituzione delle Zone Economiche Speciali (ZES) all’interno delle quali le imprese già operative o di nuovo insediamento possono beneficiare di agevolazioni fiscali e di semplificazioni amministrative. Le Zone Franche Doganali (ZFD) sono invece spazi del territorio doganale dell’Unione Europea dove è possibile depositare merci terze in sospensione dal pagamento dei diritti doganali, effettuare manipolazioni usuali e svolgere lavorazioni in regime di temporanea importazione per poi essere importate, riesportate o vincolate ad altro regime doganale. Strumenti utili allo sviluppo dell’attrattività del nostro territorio ma che ancora destano perplessità procedurali sia alle autorità competenti: comuni di Manfredonia e Monte Sant’Angelo e agli imprenditori. Occorrerebbe un ufficio locale preposto che permetta il loro sviluppo burocratico mettendo in condizione gli imprenditori che operano già nelle nostre aree e quelli che vorrebbero insediarsi, di poter comprendere meglio le opportunità messe a disposizione da questi strumenti che sembra che invece di sburocratizzare, stiano creando burocratismo. Lo abbiamo chiesto all’Avv. Giuseppe delle Foglie componente del Comitato di Gestione dell’Autorità di Sistema Portuale Meridionale, incaricato e referente per il Comune di Manfredonia. “Pur non facendo parte del Comitato d’indirizzo della ZES interregionale Adriatica, istituita con DPCM del 03 settembre 2019 e quindi funzionante, seguo con attenzione il tema poiché anche dalle Zone Economiche Speciali passa lo sviluppo del Sistema portuale del mare Adriatico Meridionale e, quindi, di Manfredonia. Per quanto di mia conoscenza, la prossima settimana è stato convocato dalla Regione Puglia un tavolo tecnico al fine di discutere la proposta d’investimento. Sull’argomento posso rilevare che, alle agevolazioni amministrative già individuate dal d.l. 91/2017 in favore delle ZES, debba accompagnarsi un ulteriore sforzo sotto il profilo delle semplificazioni procedimentali e, proprio a tal fine, pende una proposta di legge regionale presentata dal Comitato di indirizzo. Anche a livello centrale il Governo, tramite il Ministero per il Sud e la Coesione Territoriale, sta lavorando ad una legge sulle semplificazioni in linea con le sollecitazioni e le proposte formulate da Assoporti e dalle Regioni in cui insistono le ZES. Quanto alla istituzione della Zona Franca Doganale nell’area sipontina so per certo che vi sono ritardi in quanto le proposte presentate dall’ ASI Foggia, sono risultate inadeguate dall’Agenzia delle Dogane tanto che lo stesso Comitato di indirizzo ha convocato una riunione con gli stakeholders al fine di trovare una soluzione al problema. L’auspicio è che si riescano a superare le criticità emerse affinché anche il territorio di Manfredonia possa beneficiare delle agevolazioni derivanti dalla presenza di una ZFD”.

di Antonio Marinaro

Redazione R.
Articolo presente in:
News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO