Sabato 25 Settembre 2021

Vaccini anticovid, aggiornamento 14 maggio 2021. Lopalco: “L’obiettivo è completare le fasce di rischio più alte, per fragilità ed età anche con ricerca attiva da parte delle Asl”

0 0

Sono 1.793.593 le dosi di vaccino anticovid somministrate sino ad oggi in Puglia (dato aggiornato alle ore 17.30).

 

Le percentuali di persone vaccinate per fasce di età sono:

1 dose over 80 anni Puglia al 91,5% (dato Italia: 89,3%)

1 dose 70-79 anni Puglia al 84% (dato Italia: 75,9%)

1 dose 60-69 anni Puglia al 60% (dato Italia: 54,1%)

 

“In Puglia – dichiara l’assessore alla sanità Pier Luigi Lopalco – la campagna vaccinale procede a un ritmo elevato, con oltre il 90 per cento delle dosi somministrate rispetto a quelle consegnate. Stiamo mettendo in sicurezza i target prioritari per fragilità ed età, mantenendoci sopra la media nazionale, come evidenziano i dati. La maggior parte dei pugliesi estremamente vulnerabili sono stati raggiunti, ma da un’analisi aggiornata ad oggi ci sono 19mila persone di questa fascia prioritaria che non risultano ancora vaccinate. Le ragioni possono essere diverse, come è noto le persone più fragili devono ricevere il vaccino o dal loro medico di medicina generale o dal centro specialistico di cura. Il nostro obiettivo adesso è raggiungerle una per una telefonicamente attraverso una ricerca attiva da parte delle Asl e mettere nelle condizioni chi lo desidera di avere subito il vaccino. Come da indicazioni del Commissario Figliuolo, parallelamente alla vaccinazioni per fasce di età, sarà facilitata la vaccinazione della cosiddetta “categoria 4” del piano vaccini, ovvero le persone di età inferiore ai 60 anni con comorbidità senza quelle particolari connotazioni di gravità riportata per i soggetti estremamente vulnerabili”.

 

 

ASL BARI

 

Oltre 10.000 vaccinazioni eseguite nella giornata del 13 maggio. Di queste, i centri Asl Bari hanno garantito 5.237 prime dosi e 4.960 seconde. Nel computo  complessivo sono comprese più di 5.500 somministrazioni (3.536 prime dosi, 1.990 seconde) effettuate dai medici dell’assistenza primaria ai propri assistiti over 80 non deambulanti, in condizione di fragilità o vulnerabilità per patologia. Dall’inizio della campagna, in particolare, i medici di Medicina generale hanno praticato 106.330 inoculazioni di vaccino, di cui oltre 99mila a persone fragili e vulnerabili per patologia e 7.089 a caregiver e familiari conviventi.

La campagna va avanti spedita anche in termini di copertura vaccinale, che ha raggiunto – con almeno la prima dose – il 33 per cento della popolazione residente nei 41 comuni del Barese.

 

Rilevanti le percentuali di immunizzazione per le categorie prioritarie: l’89 per cento degli ultraottantenni è stato vaccinato almeno con la prima dose e il 67 anche con la seconda, mentre nella fascia d’età 79-70 anni l’86 per cento ha ricevuto la prima dose di vaccino e, tra i 60-69enni, il 67 per cento. Il 27 per cento dei 50-59enni, a pochi giorni dall’inizio della vaccinazione per questa fascia d’età, ha già ricevuto la prima dose di vaccino anti-Covid.

 

IRCCS ISTITUTO TUMORI GIOVANNI PAOLO II BARI

 

Sono state consegnate oggi, venerdì 14 maggio, nella farmacia dell’Istituto Tumori ‘Giovanni Paolo II’ di Bari, centro di stoccaggio per la Asl di Bari, 6100 dosi del vaccino Astrazeneca e 3300 dosi del vaccino Johnson & Johnson. Le dosi saranno distribuite, nei prossimi giorni, nei centri vaccinali dell’Asl di Bari.

 

Sono invece destinate a tutte le Asl di Puglia le 50 mila dosi del vaccino Astrazeneca arrivate dalla Sicilia all’Istituto Tumori nella serata di ieri.

Le fiale, con scadenza luglio 2021, saranno così distribuite: 16.500 alla Asl Ba; 3500 alla Asl BAT; 4.500 alla Asl Br; 8000 alla Asl FG; 7500 alla Asl Ta. Le Asl provinciali hanno provveduto, fin da questa mattina, al ritiro delle dosi assegnate dalla farmacia dell’Istituto.

Nel frattempo, procede la campagna vaccinale per i pazienti presi in carico dall’istituto oncologico barese. Domani, sabato 15 maggio, sono in programma 24 prime dosi e 104 seconde dosi (vaccino Pfizer).

 

ASL BRINDISI

 

Proseguono le vaccinazioni nella Asl di Brindisi: secondo l’ultimo report a cura dell’Unità operativa di Epidemiologia del Dipartimento di Prevenzione, sono state somministrate finora 156.680 dosi di vaccino, di cui 108.097 prime dosi e 48.583 seconde dosi. Mediamente, sono state somministrate 1.160 dosi per giornata di vaccinazione. Il 58,8% delle prime dosi somministrate (63.574) è rappresentato da Pfizer, il 31,1% (33.613) da AstraZeneca, l’8,2% (8.874) da Moderna e l’1,9% (2.036) da Janssen (Johnson & Johnson). I residenti o domiciliati in provincia di Brindisi vaccinati con la prima dose sono 108.098 e di questi 49.832 con la seconda dose, con una copertura vaccinale pari rispettivamente al 32,1% e al 14,8%. La copertura vaccinale con la prima dose relativa ai residenti con più di 80 anni di età è pari all’85,24%. Agli over 80 sono state somministrate 24.075 prime dosi e 20.866 seconde dosi.

 

ASL BT

 

Sono 8 mila le dosi di vaccino che sono state distribuite ai medici di medicina generale per la somministrazione ai pazienti fragili. Negli hub intanto continua la vaccinazione delle altre categorie secondo il piano regionale. Domani a Barletta l’hub sarà attivo per i medici di base per i pazienti fragili.

 

ASL FOGGIA

 

Sono 277.194 le somministrazioni effettuate in provincia di Foggia dall’avvio della campagna vaccinale anti COVID. Di queste, 196.239 sono le prime dosi e 80.955 le seconde.

Continuano a pieno ritmo le attività negli hub, nei centri vaccinali e ad opera dei medici di medicina generale per la vaccinazione sia degli ultracinquantenni che delle persone estremamente vulnerabili.

Il prossimo martedì 18 maggio, dalle ore 10,00 alle ore 18,00, gli hub vaccinali allestiti nei presidi ospedalieri di Cerignola e Manfredonia e il punto vaccinale di San Severo (in via De Palma) saranno aperti a sportello, cioè senza prenotazione, per le persone affette da malattie rare e per i relativi caregivers/familiari conviventi.

 

Per gli stessi, inoltre, continua l’attività quotidiana di somministrazione presso i punti vaccinali del Policlinico Riuniti di Foggia e dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo secondo la programmazione interna.

 

Nel dettaglio: ad oggi, sono 35.044 le persone estremamente vulnerabili che hanno ricevuto la prima dose; di queste, 12.569 anche la seconda.

Vaccinati con la prima dose 12.706 caregivers/familiari conviventi. Di questi, 5.453 hanno ricevuto anche la seconda dose.

Le persone ultraottantenni che hanno ricevuto la prima somministrazione sono 36.564; di queste, 31.287 hanno ricevuto anche la seconda dose.

Inoltre: hanno ricevuto la prima dose di vaccino 44.864 persone di età compresa tra 79 e 70 anni e, di queste, 8.777 anche la seconda.

Hanno ricevuto la prima dose 50.229 persone di età compresa tra 69 e 60 anni e, di queste, 10.255 hanno ricevuto anche la seconda dose.

Hanno ricevuto la prima dose anche 27.481 persone di età compresa tra 59 e 50 anni e, di queste, 11.791 hanno fatto la seconda somministrazione.

Hanno concluso il ciclo vaccinale 4.632 operatori scolastici su un totale di 15.646 che hanno ricevuto la prima dose.

I medici di medicina generale hanno somministrato, ad oggi, 71.413 dosi di vaccino.

La giornata di ieri si è conclusa con 5.520 somministrazioni.

 

ASL LECCE

 

343.751 le dosi di vaccino somministrate finora in ASL Lecce, di cui 228.922 prime dosi, 110.790 seconde dosi e 4.039 monodose. Prosegue a pieno ritmo la campagna negli hub, nei centri sanitari e da parte dei medici di medicina generale: circa 8600 le vaccinazioni effettuate nella giornata di ieri.

 

Grande attenzione ai pazienti fragili: è iniziata ieri la vaccinazione per i pazienti con disturbi psichici, promossa dal Dipartimento di Salute Mentale di Lecce, il primo in Puglia, nell’ambito della campagna vaccinale della ASL. L’iniziativa è partita dal Centro di Salute Mentale di Campi salentina e proseguirà nei prossimi giorni nei centri di Lecce-San Cesario, Maglie, Calimera e Casarano, coinvolgendo tutti i servizi psichiatrici territoriali della ASL, in collaborazione con i Distretti Socio Sanitari.

 

ASL TARANTO

 

La campagna vaccinale in Asl Taranto ha raggiunto oltre 257mila somministrazioni, delle quali oltre 77mila riguardano cittadini che hanno completato il ciclo vaccinale.

In riferimento alle somministrazioni sul territorio, i medici di medicina generale hanno somministrato nella giornata di ieri 1125 dosi (tra Pfizer e Moderna) e sono state eseguite in 24 ore 480 vaccinazioni a domicilio.

In mattinata, negli hub vaccinali dell’intera provincia sono stati somministrati quasi 1700 dosi di vaccino, così distribuiti: a Taranto 355 presso lo SVAM e 299 al PalaRicciardi; 110 dosi a Martina Franca, 169 dosi a Grottaglie, 300 dosi a Manduria, 326 dosi a Massafra, 124 dosi presso l’hub di Ginosa.

Nel pomeriggio di ieri, invece, sono state somministrate quasi 1700 dosi di vaccino così ripartiti: a Taranto 192 dosi allo SVAM, 212 al PalaRicciardi e 214 presso la scuola Renato Moro; 163 dosi a Martina Franca, 222 a Grottaglie, 264 a Manduria, 149 a Massafra e 280 dosi a Ginosa.

Articolo presente in:
Comunicati · News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO