Sabato 19 Giugno 2021

Manfredonia, Estate 2021: intesa tra il “Patto di Promozione” ed i principali Enti regionali e locali per un cartellone unico di eventi e maggiore fruibilità dei siti culturali

0 0

Un cartellone di appuntamenti estivi coordinato (ed univoco) e la massima fruibilità possibile dei beni culturali della città (da mettere in rete tra loro), anche in aperture straordinarie. Manfredonia si prepara alla partenza e lo fa puntando sulle sue caratteristiche turistiche, che costituiscono un unicum molto appetibile per i nuovi trend. 

A fare da direttore d’orchestra è il “Patto di Promozione di Manfredonia” riuscito nell’intento di far sedere attorno allo stesso tavolo, e dialogare tra loro, gli attori più importanti delle dinamiche di sviluppo del territorio: Annalisa Treglia (Direttrice del Castello e del Museo Archeologico nazionale di Manfredonia), Francesco Longobardi (Direttore del Parco Archeologico di Siponto), Giuseppe D’Urso (Presidente del Teatro Pubblico Pugliese), Don Ciro Mezzogori (Direttore ufficio diocesano. Beni culturali e Edilizia di culto), Eugenia Isetti (Presidente dell’Istituto Italiano per l’Archeologia Sperimentale di Genova, da anni impegnata negli scavi e studi di Grotta Scaloria). Per il Patto di Promozione hanno dato il loro apporto di contenuti all’incontro Michele De Meo (Touring Club Italiano e Fondazione Re Manfredi), Michele d’Errico (Gal DaunOfantino e Manfredonia in Rete – Contratto di Rete degli operatori turistico-commerciali), Cosimo Severo e Stefania Marrone (Bottega degli Apocrifi), Giuseppe Frattarolo (DauniaTur), Francesco Schiavone (ProLoco Manfredonia), Luigi Oliveri (Lega Navale Italiana sez. di Manfredonia), Antonietta D’Anzeris (consigliere nazionale UISP) e Michele Sacco (La Traccia Nascosta APS)

Unire le forze per aprire e far conoscere i tesori nascosti di Manfredonia, nonché aumentare la sua attrattività mediante il miglioramento della qualità dei servizi ed eventi culturali d’intrattenimento da svolgersi all’interno dei luoghi simbolo della città (Castello, Parco Archeologico di Siponto, Abbazia di San Leonardo, Chiesa di Santa Chiara, Oasi Laguna del Re, ecc). Cultura e gusto come “reason why” della scelta della destinazione e del viaggio.

Durante l’incontro, che segna l’inizio di una nuova stagione di programmazione e collaborazioni allargate, si è parlato delle difficoltà relative al personale sottodimensionato rispetto alle esigenze di apertura dei siti; a tal proposito il “Patto di Promozione di Manfredonia”, attraverso la disponibilità dei suoi aderenti, è pronto ad intervenire con personale volontario e qualificato per sopperire a tali necessità per la stagione estiva anche per luoghi di particolare pregio come il Museo diocesano e le Chiese di Santa Chiara, San Benedetto e San Matteo.

Intanto, buone notizie sul fronte aperture dei due siti culturali più importanti. Entro il prossimo weekend dovrebbero tornare visitabili sia il Castello (nella sua nuova veste post restauri) sia il Parco Archeologico di Siponto. Due momenti molto attesi da cittadini e turisti che potranno e dovranno, d’ora in poi, prenotare comodamente attraverso l’App ministeriale “Io Prenoto” entro le 24 ore precedenti la visita.

“L’obiettivo è quello di creare un circuito tra tutti i beni culturali che consentano al turista di restare a pernottare per più di un giorno a Manfredonia, generando impatto economico ed occupazionale – ha spiegato l’Arch. Longobardi – La soluzione è la gestione integrata e programmata”.

“Ora che tutti i beni sono recuperati e fruibili, dobbiamo puntare sull’attrattività degli stessi attraverso l’innovazione e la costruzione di percorsi tematici ed originali – ha evidenziato la Dott.ssa Treglia -. Dobbiamo invogliare le persone a scoprire e a viaggiare”.

“La Curia accoglie con gioia questa iniziativa costruttiva e propositiva per la città – è stato il commento di Don Mezzogori -. Siamo disponibili a collaborare per promuovere ed aprire le porte di Chiese e luoghi di cultura”.

“Sono favorevolmente sorpreso dalla vivacità e passione di Enti ed Associazioni di Manfredonia – ha chiosato il Presidente D’Urso – . Mi confronto con la Puglia da nord a sud, e molto raramente, come questa sera, mi è capitato di toccare con mano tanto impegno ed entusiasmo di tanti soggetti autorevoli che hanno a cuore la valorizzazione del patrimonio culturale della città. E’ il momento giusto per Manfredonia per sfruttare tutte le sue enormi potenzialità e questa città può essere modello pilota della ripartenza pugliese. Guardiamo il territorio ed il futuro con occhi nuovi. Il Teatro Pubblico Pugliese non farà mancare il suo apporto per un cartellone di eventi estivo. Mi piacerebbe molto che si replicasse il fantastico concerto all’alba organizzato negli ultimi due anni nella nuova Piazza sul mare”.

Con questo genere di sinergie e progettualità, il Patto di Promozione di Manfredonia intende promuovere e sostenere economia innovativa ed emergente, che possa essere stimolo ed occasione di lavoro per i più giovani attraverso imprese start-up.

Il tavolo si aggiornerà nei prossimi giorni per formalizzare le proposte ed iniziare a calendarizzare gli appuntamenti per l’estate.

Articolo presente in:
Comunicati · News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO