Lunedì 27 Settembre 2021

Lecce e dintorni: territori paradisiaci per rilassanti vacanze estive

1 0

Lecce e dintorni: territori paradisiaci per rilassanti vacanze estive

Il famoso tenore italiano Tito Schipa, leccese di nascita, aveva definito la città natale come un “paradiso in terra”. E la definizione è tutt’altro che azzardata, soprattutto osservando il sole rifrangersi sugli edifici barocchi nella stagione estiva. Nel corso della sua lunga storia, la città salentina ha ospitato sul proprio territorio Messapi, Romani, Bizantini e Normanni. Ma è a partire dal Cinquecento, con l’avvento del barocco, che l’arte leccese ha raggiunto il punto più alto. Nelle prossime righe verranno forniti alcuni consigli su Lecce e, soprattutto, su come muoversi nei dintorni per godere al meglio di punti panoramici, borghi affacciati sul mare e castelli di incomparabile bellezza. Viaggiare per il Salento è il modo ideale per scoprire un territorio sorprendente, in cui località balneari si alternano a luoghi di interesse architettonico, culturale e storico. In base a quanto indicato da Coldiretti, anche molti cittadini pugliesi trascorreranno l’estate all’interno della Regione, approfondendone la conoscenza.

Il Barocco a Lecce e nel Salento

È solo il Salento a offrire moltissimi esempi di barocco leccese. Lo stile artistico, nato nel Cinquecento, è stato un punto di riferimento per per oltre due secoli, risultando facilmente riconoscibile grazie alle decorazioni particolarmente ricche, apparse sia su strutture ecclesiastiche che su edifici adibiti ad uso civile. Nella città di Lecce è possibile ammirare splendidi esempi di barocco:

  • Negli edifici di Piazza Duomo (Cattedrale in primis)
  • Nella Basilica di Santa Croce
  • Nelle chiese di Santa Irene, Santa Chiara, San Matteo e Sant’Angelo.

Ma il barocco, tra il XVI e il XVIII secolo, ha influenzato l’intero territorio salentino. Oltre a Lecce esistono numerose testimonianze, che possono essere ammirate, tra l’altro, a Galatina, Gallipoli e Nardò.

Da Acaya a Otranto

Chi sceglie di raggiungere Lecce con l’autobus da Taranto per qualche giorno di vacanza, oltre a concentrarsi sulla meravigliosa città pugliese, ha l’occasione di visitare una serie di località poste a poca distanza. A una decina di chilometri si trova Acaya, una città fortificata che ha nel castello un perfetto edificio in stile barocco. Ancora oggi in perfette condizioni, stupisce per le sue geometrie perfette. Otranto non è certo meno interessante, ed è sufficiente una breve passeggiata lungo i vicoli del centro storico per esserne conquistati. Le tipiche case biancastre e basse, il bastione delle mura capace di offrire una vista panoramica sul porto, ed edifici imperdibili come la Cattedrale di Santa Maria Annunziata e il Castello aragonese, la rendono una meta imperdibile. Da ammirare, all’interno del Duomo, è il mosaico pavimentale di Pantaleone.

Foca, Zinzulusa e Santa Maria di Leuca

Noleggiando un’auto è possibile percorrere la litoranea e lasciarsi rapire dagli innumerevoli scorci e dai punti panoramici disseminati lungo la costa adriatica. Partendo da Lecce è consigliata una visita a una località costiera in grado di offrire spiagge ricche di scogli e un mare cristallino dai bassi fondali: San Foca. A distinguere la località è anche la torre di avvistamento, realizzata nel Cinquecento. Zinzulusa, invece, è nota per un numero considerevole di grotte e antiche torri d’epoca medievale. La visita potrà concludersi con un’attenta esplorazione di Santa Maria di Leuca. Dal Santuario ai turisti viene dato modo di ammirare Punta Meliso; si tratta di un luogo davvero unico, in quanto lì si infrangono le onde sia del Mar Adriatico che dello Ionio. Osservando l’orizzonte farà la sua comparsa l’Isola greca di Corfù. Ma Marina di Leuca è nota anche per le ville risalenti al tardo ‘800 e al Novecento, perfetta sintesi degli stili romanico e gotico.

Come appare chiaro da quanto scritto finora, sono moltissimi i luoghi di interesse proposti dalla città di Lecce, e dal territorio circostante. Questi sono mesi cruciali per il turismo, e si sono moltiplicate le iniziative volte a promuovere la Puglia, la Sicilia e le altre Regioni del Meridione. Tra chiese, teatri, piazze e palazzi d’epoca, scegliere Lecce e il Salento significherà fare un tuffo nella cultura, ma anche rilassarsi al sole e godendosi la tranquillità delle spiagge.

Articolo presente in:
Dal Mondo

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO