Mercoledì 27 Ottobre 2021

Manfredonia Nuova: Progetto Seasif, uniamo le forze positive per la salvaguardia e lo sviluppo compatibile del nostro territorio

3 0

Noi di Manfredonia Nuova aderiamo volentieri la richiesta di trasparenza, lanciata dallo Schieramento Civico “La Rinascita Possibile” di Monte S. Angelo, circa il “Progetto SEASIF”, nonché l’accorato appello lanciato dal Presidnete del Circolo Unione, Avv. Ugo Galli.

Il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale dell’Adriatico Meridionale, Patroni Griffi, ha annunciato che per Manfredonia è previsto “un investimento da 300 milioni di euro del GRUPPO SEASIF, attivo nel commercio di terre rare e bentonite”, senza fornite alle popolazioni interessate precise informazioni circa la natura tecno-processuale delle attività previste.

Noi che abbiamo nei nostri ricordi, sulla pelle e nel sangue di tanti nostri concittadini, i rischi che l’industrializzazione incontrollata spesso comporta, vogliamo sapere cosa c’è dentro questo pacchetto industriale che ci vogliono propinare, senza chiarificazioni e conoscenza circa tali minerali che, secondo studi tecnici già avviati, devono essere disciolti a più stadi in acidi, poi filtrati e ripuliti, ovverosia sottoposti ad un processo decisamente poco green. In ogni caso, noi chiediamo che siano fornite alle popolazioni interessate informazioni circostanziate, circa la natura processuale delle attività di separazione delle “terre rare” e la lavorazione della bentonite.

Sono mesi che sentiamo parlare dei due progetti, senza che le Autorità preposte, a cominciare dal Consorzio ASI di Foggia ed i diversi Comuni interessati, abbiano avuto notizie e neanche abbiamo potuto visionare i progetti, né sono state fornite alle popolazioni informazioni circostanziate circa la natura delle attività e dei materiali da trattare.

Lungi da noi la volontà di allarmare la popolazione, ma occorre scoprire “ORA!” i rischi ed i costi da pagare, non “DOPO” magari quarant’anni e tanti morti ed ammalati, per affezioni polmonari o malattie congenite, come giustamente messo in evidenza dalla Ricerca Epidemiologica Partecipata estesa sul nostro sito SIN.

Noi vogliamo sapere quale costo ci tocca pagare, per i previsti posti di lavoro. Noi non vogliamo fare allarmismo, ma vogliamo portare a casa il pane per mangiare, senza il rischio d’ammalarci o di morire. In ogni caso, le diverse Autorità competenti debbono essere messe nella condizione di esprimersi, a cominciare dal Sindaco di Monte Sant’Angelo e dallo stesso suo Consiglio, nonché Manfredonia, tutti i Comuni e le popolazioni interessate.

Per quanto riguarda la nostra città, che non ha ancora una rappresentanza politica eletta dai cittadini, noi di Manfredonia Nuova garantiamo, che siamo stati e saremo sempre vigili su tutto quello che riguarda la salute e la vita della nostra popolazione, assicurando che continueremo, in un costante rapporto con tutte le Associazioni, le popolazioni ed i Comuni interessati, a tenere alta la guardia, senza arretrare di un millimetro, se non ci daranno tutte le garanzie richieste.

Sappiamo che vi sono in campo a Manfredonia noti soggetti che non vedono l’ora d’andare nuovamente sul Comune, per attingere lauti guadagni dai freschi “Recovery” in arrivo dell’Europa. Questo noi non lo possiamo permettere e non lo permetteremo, se i cittadini ci daranno la forza di governare la città.

 

Article Tags:
Articolo presente in:
Comunicati · News

Commenti

    Commenta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

     

    MANFREDONIA VIDEO