Mercoledì 27 Ottobre 2021

G. Caratù: “Bilancio consuntivo 2020 drammatico, una situazione di indebitamento simile non potrà essere superata dalla sola maggioranza”

0 1

È affissa all’albo pretorio del comune la delibera di approvazione del bilancio consuntivo 2020. In tempi normali ci sarebbe stata un’insurrezione popolare per la diversa l’interpretazione dei dati  oggi nessuno sbraita. In questa campagna elettorale pare sia più importante sapere se il sottoscritto è un vecchio rimbambito o se il mio tipografo abbia sbagliato un cognome.

Credo che vada resa giustizia alla verità, fra un mese probabilmente i sigg. Commissari andranno via, bisogna pur dare un giudizio anche di tipo non politico ma amministrativo, Senza pudore o reticenze circa la loro gestione dì quasi due anni e mezzo. A mio parere da archiviare con molta fretta due anni bui per la città. Tuttavia il giudizio non deve essere storico, questo lo lasciamo agli storici. La campagna elettorale deve parlare di cose concrete, non scrivere sui manifesti fare investire ecc, frasi retoriche fuori dalla realtà cittadina.

Questo deve essere il cuore della discussione della campagna elettorale, da questo bilancio consuntivo si deve necessariamente partire per fare proposte concrete reali e realizzabili. È solo da questo, il resto è non conoscenza, impreparazione, superficialità e pressappochismo.

Come si fa a dire è ora di investire se l’indebitamento dell’ente comune è di 78.962.217,66 quasi il 10% in più dello scorso anno, se poi ci aggiungiamo altre componenti passive del bilancio, tipo ratei e riscontri passivi, debiti con ad altri enti ecc. . Il totale passivo ammonta a ben 235.264.464,18. Mi spavento solo a leggerlo. Dallo stesso bilancio 2020 spiccano le entrate che ammontano a 55milioni di euro. Con questa situazione si può ipotizzare che per 5 anni, questo comune deve spendere zero, ed incassare una montagna di soldi per azzerare il suo passivo e la città morirebbe prima.

Allora di che campagna elettorale parliamo se nessuno parla del problema dei problemi, le disponibilità finanziarie del bilancio comunale con i suoi esorbitanti debiti. Nessuno indica ricette concrete per risolvere i problemi…! Perché ricette buone concrete ed innovative, ci sono ma bisogna conoscere problemi e struttura del debito. Come coordinatore della lista la Mia Città propongo e sono disponibile ad un pubblico confronto con altri responsabili di lista per dibattere di cose concrete, e non se io sono vecchio rimbambito, o se il tipografo ha sbagliato.

Noi sul nostro programma abbiamo scritto e proposto cose concreti reali a fattibili. Dal confronto sempre utile potrebbe nascere un’azione comune nell’interesse della città a prescindere dal futuro
ruolo di governo ed opposizione. Perché una situazione di indebitamento cosi drammatica non può essere superata dalla sola maggioranza.

Giovanni Caratù
Coordinatore lista La Mia Città

Articolo presente in:
Comunicati · News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO