Domenica 5 Dicembre 2021

I cittadini non si facciano ingannare dalla disinformazione sul progetto Seasif

17 1

La disinformazione crea più danni di un’esplosione, soprattutto quando l’informazione falsa è creata con l’obiettivo causare un danno o, peggio ancora, creare allarmismo nella popolazione.

Da settimane si rincorrono voci sull’impianto Seasif, e da qualche ora circolano notizie infondate, diffuse da chi dimostra di avere, evidentemente, interesse nel produrre allarmismo traendone un qualche interesse personale, diretto o indiretto, come è stato fatto anche nel recente passato con altre iniziative produttive contrarie all’interesse generale della popolazione.

Questo è palese a tutti.

Ricordiamo che la multinazionale dell’Ing. Franco Favilla, tramite la controllata Geochem Logistic srl, ha chiesto una concessione per ben quaranta anni di larga parte del Bacino Alti Fondali e delle aree retroportuali del Consorzio ASI.

Le notizie false e tendenziose vorrebbero conclusa la Conferenza di Servizi che avrebbe determinato l’iter autorizzativo alla richiesta.

FACCIAMO CHIAREZZA PER RISPETTO DEI CITTADINI, che vivono con attenzione e preoccupazione questa vicenda, in un territorio già martoriato da precedenti fallimentari investimenti e speculazioni industriali.

NON ESISTE ALCUN PROGETTO SEASIF e non lo diciamo noi, lo ha ammesso la società stessa in una video conferenza tenuta il 17 settembre richiesta dall’On. Antonio Tasso e alla quale l’Ing. Giulia Fresca ha partecipato unitamente ad altri tecnici. Da allora nulla è cambiato, se non ulteriori manifestazioni di interesse da parte di aziende che operano in settori diversi, come quello agroalimentare.

CIÒ CHE ESISTE AGLI ATTI È SOLO UNA IPOTESI DI FATTIBILITÀ, neanche definita tecnicamente, dalla quale non emerge con chiarezza né la tipologia di attività prevista, né il piano di investimento dettagliato, né le caratteristiche tecnico-impiantistiche adottate, né il piano di investimento dettagliato, né alcun particolare costruttivo e/o tecnologico oggetto dell’attività industriale (macchinari, sistemi e prodotti).

Come già dichiarato lo scorso 17 settembre, è inammissibile che progetti di questa portata debbano essere valutati in assenza di una amministrazione legittimata dal voto popolare. La diffusione di notizie di questo tenore appare, pertanto, strumentale alla difesa di interessi particolari che stridono fortemente con l’interesse collettivo della comunità.

Possiamo dichiararlo apertamente, in difesa della popolazione, con documenti alla mano e senza paura di essere smentiti.

Stando alle dichiarazioni della Seasif Holding e delle sue controllate, l’idea di impianto proposto per il quale non esiste alcun progetto, la loro presenza a Manfredonia è solo da ascriversi alla valutazione e studio dell’area, in attesa di “comprendere e studiare le normative italiane di riferimento”.

Orbene è importante sottolineare che – ai sensi del D.Lgs. 26 giugno 2015, n. 105 in attuazione della direttiva 2012/18/UE relativa al controllo del pericolo di incidenti rilevanti connessi con sostanze pericolose – un impianto come quello che si intenderebbe proporre dovrà sottostare, oltre che all’ Autorizzazione Integrata Ambientale ed alla Valutazione di Impatto Ambientale, anche al Rapporto di Sicurezza del CTR sulle caratteristiche di pericolosità in funzione delle sostanze trattate (nello specifico sia bentonite che Idrogeno) che delle caratteristiche dell’impianto rientrante in quelli definiti Seveso 3.

Sia chiaro che la valutazione del CRT non è influenzabile e nessun impianto può ottenere alcuna autorizzazione senza un progetto redatto a norma di legge e dettagliato nei minimi requisiti richiesti.

Chi specula sulla paura dei cittadini di Manfredonia, diramando notizie false, dimostra malafede a danno della collettività.

Noi avremo sempre massima attenzione su questo tema e siamo in continuo contatto con tutti gli enti interessati. In caso di novità, o particolari risvolti, informeremo tempestivamente la popolazione.

Al link un estratto della video conferenza del 17 settembre u.s.: https://drive.google.com/file/d/1YlZmPo0sjFIDM471iGQX4O03XMn74nih/view?usp=sharing

Giulia Fresca

Candidata alla carica di Sindaco di Manfredonia

AgiAMO Manfredonia | Manfredonia Nuova | Sipontum

Articolo presente in:
Comunicati · News · Politica

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO