Domenica 5 Dicembre 2021

Fresca: “Rigetto ogni ipotesi di accordo personale per un qualsiasi posto in una ipotetica giunta”

19 7

E venne il giorno dopo, “the day after”, con i suoi fantasiosi scenari dominati da figuranti in cerca di un posto da protagonista.

Che tristezza la politica degli accordi precostituiti! Quella politica che denuda ogni ipocrita richiesta di un voto per il bene della collettività, dimostrando ancora una volta che il sistema è solo “un grande circo di nani e ballerine”, per dirla alla Rino Formica.

Nel poscritto alla “Logica della scoperta scientifica” di Popper viene evocata la storia di quel soldato che un giorno scoprì che tutto il suo battaglione, a parte lui, non marciava al passo. Popper ha molta simpatia per lui che è l’unico che marcia al passo, e quindi l’unico nel giusto, mentre tutti gli altri sono in disordine e confusione. Questa storiella è un elogio, portato all’eccesso, del dissenso: uno solo contro tutti può lo stesso avere ragione. C’è forse una sfumatura di orgoglio di cittadino in questa posizione, cioè l’idea che tutti quanti possano aver sbagliato ed uno solo essere nel giusto. Questo principio ha la sua importanza nella crescita della conoscenza: che i pochi possano avere ragione contro i molti, o che uno possa essere in disaccordo contro tutti gli altri, e pure avere ragione.

L’analisi del voto alla coalizione da me guidata ha fatto registrare un risultato assolutamente eccezionale:

4882 voti di coalizione, (con sole tre liste composte prevalentemente da persone alla prima esperienza elettorale)
17,1% di consensi

3341 voti di lista

1541 voti al candidato sindaco di cui 365 personali (la più votata in assoluto)

Tutto ciò dopo una campagna elettorale deplorevole, sia sotto l’aspetto del confronto tra candidati che nel rapporto con una parte della stampa.

Cosa rimane? Una bella soddisfazione personale, un rapporto meraviglioso con la gente di Manfredonia, una valanga di messaggi e di telefonate per esprimermi gratitudine per aver regalato il sogno di una città possibile, la richiesta a gran voce, di non mollare e non cedere al canto delle sirene.

Manfredonia merita di ritornare a splendere di luce propria, merita di essere una città della quale andare fieri, merita una classe politica capace di governare mettendo da parte gli interessi personali ed i ruoli da attori protagonisti. Dubito che ciò possa verificarsi!

Servono il Rispetto e l’Umiltà per servire il Popolo. Doti rare, come il soldato “al passo” nel battaglione senza regole. Personalmente aggiungo la coerenza: quella coerenza che mi consente di rigettare ogni ipotesi di accordo personale per un qualsiasi “posto al sole” in una qualsivoglia ipotetica giunta.

Non ho accettato la proposta di essere Candidata Sindaco di Manfredonia per fare la comparsa bensì per essere accanto ai sipontini ed aiutarli a risolvere i tanti problemi e tante criticità che sono costretti ad affrontare. Ed è ciò che farò da Consigliere di Minoranza, costruendo, insieme a quanti vorranno credere ancora in me, le basi per una autentica azione rinnovatrice.

Alle 4882 Persone che hanno accolta la mia visione strategica di città, comprendendo lo spirito che mi anima nell’affrontare la vita, ringraziandoli, rinnovo il mio impegno e la mia dedizione sapendo, già da adesso, che la benevolenza nei miei riguardi, oggi, “the day after” è già raddoppiata.

Il tempo è galantuomo, sempre…andiamo avanti insieme e riusciremo persino ad andargli incontro! Crediamoci…insieme, liberi, possiamo!

Con affetto sincero

Giulia

Articolo presente in:
Comunicati · News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO