Domenica 5 Dicembre 2021

Confermato il mantenimento della conformità ai requisiti di qualità e sicurezza del Programma Trapianto di cellule staminali autologhe svolta presso l’Ematologia del Policlinico Riuniti di Foggia

0 0

Il Centro Nazionale Trapianti (CNT), dopo visione della documentazione inviata a conferma del mantenimento della conformità ai requisiti di qualità e sicurezza del Programma Trapianti, ha espresso valutazione positiva sull’attività di Trapianto di cellule staminali autologhe svolta presso l’Unità Operativa Complessa di Ematologia del Policlinico Riuniti di Foggia, diretta dalla Dott.ssa Lorella Melillo e Direttore del Programma Trapianto.

Il rinnovo è stato raggiunto grazie alla collaborazione di tutto il personale coinvolto nella attività trapiantologica, al finanziamento dell’Associazione Italiana contro le Leucemie Linfomi e Mieloma (AIL) di Foggia, Presidente il Dott. Celestino Ferrandina e anche alla collaborazione esterna del Dott. Vincenzo Iaconianni dell’Agenzia ICMED srl, esperto internazionale negli accreditamenti JACIE e nella organizzazione di Programmi Trapianto e CART Centre.

Il Programma Trapianti, attivato nel 2016 durante la direzione della Dott.ssa Silvana Capalbo, è stato accreditato nel dicembre 2017 dal Centro Nazionale Trapianti, organismo tecnico-scientifico preposto al coordinamento della Rete Nazionale Trapianti di cui si avvalgono il Ministero della Salute, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano.

Si conferma, quindi, con soddisfazione il proseguimento dell’attività di trapianto autologo di cellule staminali. L’UOC di Ematologia del Policlinico Riuniti di Foggia è uno dei nodi della Rete Ematologica Pugliese e funge da centro di riferimento per assicurare ai pazienti della provincia di Foggia tutte le più moderne opzioni terapeutiche disponibili, compresi i trattamenti trapiantologici, le cosidette “Target Therapies” e i nuovi approcci di immunoterapia con Anticorpi bi-trispecifici ed immunoconiugati. Per quanto riguarda il settore dell’immunoterapia cellulare (CAR-T in primis), la Regione Puglia sta puntando alla creazione di un polo di eccellenza pugliese in campo emato-oncologico con il coinvolgimento dei clinici della Rete Ematologica Pugliese. Tutto questo consentirà ai pazienti ematologici della provincia di Foggia, in particolare a quanti sono affetti da Mieloma Multiplo, Linfoma Non Hodgkin e Leucemia Linfoblastica Acuta, di ricevere un percorso completo di cure innovative altamente qualificate.

Articolo presente in:
Comunicati · News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO