Martedì 7 Dicembre 2021

Mario Furore: “Il csx da solo e senza l’apporto del M5S diventa in questa terra perdente e inviso”

0 8
Il risultato delle comunali di Manfredonia mi impone una analisi del voto che da tempo andavo prospettando purtroppo in Capitanata. Alcune forze di csx da sole e senza l’apporto del M5S diventano in questa terra perdenti e invise. Soprattutto nei centri medio-grandi. A Manfredonia poi il Pd viveva su di se un forte stigma dovuto al commissariamento per infiltrazioni mafiose.
Quando una storica e rossa roccaforte viene persa, questa azione equivale ad un tonfo ed una SONORA bocciatura nei confronti del Pd Di Capitanata e dei suoi maggiorenti, tutti, nessuno escluso, partito che sebbene abbia provato a mascherarsi con una lista civica ha ricevuto questo responso dai cittadini.
Da osservatore posso solo dire che avevo prospettato questo scenario al Pd locale: da soli senza di noi diventano ininfluenti e respingenti.
Ma avere una forza sana e onesta come il M5S dovrebbe imporre come minimo delle riflessioni in casa foggiana dem, un cambio di paradigma, essere leali nei rapporti di vicinato, spogliarsi di una visione personalistica della politica: ultimo esempio amaro tra i tanti è quello della settimana scorsa, in cui i cittadini sono stati mortificati dall’ennesimo atto di spavalderia affaristica targata Partito Democratico. Al Consorzio del Gargano infatti , un Cda politico prorogato un anno fa grazie ad un emendamento del Pd Pugliese, nomina una commissione tecnica che aggiudica guardacaso un appalto milionario all’azienda di famiglia della segretaria provinciale dem Lia Azzarone. Una coincidenza non solo molto strana ma che getta strane ambiguità sulle modalità di una commissione tecnica nominata da un Cda politico, cosa che nemmeno nel più piccolo comune di Italia sarebbe possibile, ma nel regno di Piemontese evidentemente si. Sarebbe interessante capire cosa ne pensa l’Anac.
Davanti questi atti la base del M5S così come tanti cittadini si domandano come sia possibile costruire questa famigerata connessione, e si rimane attoniti poichè diventa in questo clima sempre più complesso costruire alleanze che per colpa del Pd finiscono per far slittare le nostre città in favore degli altri. E ho fatto un esempio tra i tanti. Ma d’altronde i cittadini, quelli liberi, giudicano attentamente le azioni di chi li rappresenta.
Per altro giova ricordare è lo stesso Pd foggiano che un anno fa irrise i voti del M5S alle regionali giudicandoli “poco ragguardevoli”, e io a differenza loro non diró che sono i loro risultati a diventare poco ragguardevoli senza di noi, perché tanto è sotto gli occhi di tutti sul territorio quello che sta accadendo. E chi è causa del suo male…
Noi come M5S saremo comunque impegnati in una visione alternativa del nostro territorio, che sappia restituire speranza, lontana dai giochi di palazzo e di potere. Ai territori sempre il massimo rispetto.
In bocca al lupo alla mia amata Manfredonia! Il responso dei cittadini va sempre rispettato!
Articolo presente in:
Comunicati · News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO