Domenica 14 Agosto 2022

Formarsi online: la scelta green dell’università telematica

0 0

Da alternative accessorie alle classiche lezioni frontali, le piattaforme e-Learning, tipiche delle università telematiche, hanno subito un’impennata considerevole negli ultimi due anni. Nonostante i vincoli dettati dalla pandemia, al confinamento sociale, tipico delle prime ondate, è conseguita la corsa ai corsi universitari online, in particolare per tutti quei discenti che, per diversi motivi, si trovavano impossibilitati a frequentare in presenza.

La svolta della didattica online di fronte allo stravolgimento delle abitudini sociali

Contrariamente al pensiero comune, la spinta verso la formazione digitale si è rivelata più un privilegio che un effetto collaterale, con benefici e opportunità tutte a favore del discente. Prima di approfondire la questione è bene precisare al lettore che il trend della teledidattica non è la vera innovazione di questi ultimi due anni. La vera novità risiede nel mutamento di atteggiamenti nei confronti dell’online: se prima l’opportunità formativa era vista con sufficienza, considerata come un mero sostegno alle metodologie e tecniche dell’insuperabile lezione frontale; ai giorni d’oggi l’università telematica sale nella scala dei giudizi arrivando a pareggiare affianco alla collega tradizionale.

L’estremo riguardo e rispetto odierno nei confronti della teledidattica è coerente ai vantaggi offerti dalle stesse. Se all’alba dell’emergenza sanitaria, la formazione online era vista con sufficienza, un plus neanche troppo surplus da spalleggiare alla lezione in aula; oggi la modalità di formazione via web riacquista dignità. Di fronte all’apprendimento tradizionale, l’università telematica è tutt’altro che un percorso di serie B, bensì una possibile strada da seguire e conseguire che, oggettivamente, non ha nulla da invidiare all’università fisica, fatta di banchi, sedie e lunghi corridoi.

La validità di un’università online la accompagna per tutta la durata del percorso formativo: dall’avvio allo studio fino al conseguimento del titolo finale, certificato e riconosciuto dal MIUR. Inoltre, proprio come le università fisiche, anche gli esami proposti dalla didattica online sono flessibili, con sessioni multiple per garantire maggiore opportunità agli studenti. Ogni accertamento sull’effettiva conoscenza acquisita è affidabile e svolto tramite metodologie sicure in termini assicurativi circa la serietà dell’esaminando durante la videoconferenza. Ogni sessione è pensata per mantenere alti gli standard di qualità dell’analisi, evitando spiacevoli situazioni che possono compromettere la buona riuscita dell’esame stesso. Per riassumere, telematica o frontale, le differenze in termini di metodi e tecniche di formazione sono davvero esigue. Non c’è una significativa differenza: lezioni frontali e online mantengono le medesime modalità di svolgimento delle lezioni e degli esami, garantite dall’estrema diffusione di apparecchiature avanzate che consentono a università e studenti di proseguire gli studi in tutta regolarità anche via internet.

Il vantaggio dell’università online: l’alternativa green-friendly

Rimedio ideale per tutti quei discenti che, per diversi motivi, si trovano impossibilitati a frequentare le classiche formazioni in aula presso gli Atenei fisici, le università telematiche si rivelano un’ottima alternativa anche per la salute del Pianeta.

Per chiunque abbia una specifica disabilità o un impiego; per per gli studenti fuorisede o, semplicemente, per chi abita in periferia o troppo lontano dall’Ateneo, la teledidattica rappresenta un valido sostegno al diritto allo studio, agevolando la continuità dell’offerta formativa a un ampio segmento di apprendenti che si trova spesso tagliato fuori dalla tradizionale opportunità di insegnamento in presenza. La modalità a distanza apporta numerosi vantaggi e le sue principali qualità la incorona come privilegio del nostro secolo grazie alla garanzia di costante e libero accesso ai corsi più validi delle università di prestigio.

Secondo uno studio, oltre a evitare il sovraffollamento delle aule, le università telematiche sono valide anche in termini di vantaggi di sostenibilità non solo socio-economica, ma anche ambientale. Pertanto, scegliere l’università via web significa anzitutto puntare sulla qualità della fruizione dei contenuti senza rinunciare alla comodità dei propri spazi.

In breve, con la teledidattica non solo chi studia vede ampliarsi il proprio ventaglio di opportunità professionali, ma la sua scelta green giova anche all’ambiente, tagliando lunghe distanze e costi necessari per i relativi spostamenti.

L’alternativa eco-friendly favorisce una considerevole diminuzione della quantità di emissioni, che oggi è possibile enumerare attraverso un calcolo dinamico sul sensibile risparmio di CO2 sostenuto dalle piattaforme online e dai suoi utilizzatori. AL trasferimento dal fisico al digitale consegue il calo non solo di CO2, ma anche di ossido e biossido di azoto (Nox e No2), nonché  particolato atmosferico, quella miscela complessa di particelle che inquinano l’atmosfera  che abbraccia le aree urbane.più trafficate.

Oltre a essere uno strumento innovativo e al pieno passo coi tempi, il mondo dell’insegnamento universitario a distanza è un valido percorso riconosciuto ufficialmente, con pari dignità e validità rispetto alla tradizionale università.

 

Articolo presente in:
Dall'Italia

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

MANFREDONIA VIDEO