Martedì 28 Giugno 2022

Torna la 100 km del Passatore

0 0

Nel 1969 Alteo Dolcini fondò la Società del Passatore insieme con Paolo Babini, Pietro Crementi (1931-2021) e Primo Solaroli. L’idea di una corsa di 100 km è stata sviluppata da Alteo Dolcini e Francesco Calderoni partendo dal progetto di organizzare una maratona nel Faentino.

Sono le 21 del 26 Maggio 1973, è in questo momento che inizia la “leggenda” della più famosa 100 km del mondo, il Passatore.

Si parte da Firenze, da piazza Signoria, direzione  nord, su un tracciato, che appena lasciato la città, era diverso dall’attuale, immettendosi subito su quella che allora era la statale 302 (Brisighellese – Ravennate, più comunemente chiamata “Faentina”), attraversando le località di Pian del Mugnone e Caldine, per arrivare alle “Croci” e riunirsi nell’attuale tracciato, per il resto identico percorso, che prevede lo scavalcamento dell’Appennino al Passo della Colla, con la differenza, non di poco conto, che a parte i primi la massa dei concorrenti lo effettuerà all’alba, prendendosi, sopratutto da Marradi in poi, una bella “botta” di caldo, tempo massimo di arrivo stabilito per le 19 di domenica 27, solo due anni dopo, nel 1975, l’orario di partenza verrà spostato al pomeriggio alle 16 e con l’attuale percorso che prevede nella prima parte, il passaggio da San Domenico e Fiesole.

In quella prima edizione i partenti furono 1076 di cui classificati a Faenza 345, primo vincitore del Passatore fu Romano Baccaro con un tempo di 7h,51m,18s, la prima vincitrice Maria Pia Tellin in 12h,37m,15s

La Firenze-Faenza 2019  è partita da Piazza del Duomo, a Firenze, alle 15 in punto. Hanno dato il via l’assessore allo sport di Firenze Andrea Vannucci e il presidente dell’Asd 100 km Passatore Giordano Zinzani. Dei 3410 iscritti sono partiti in 3133 (erano stati 2946 nel 2018), in testa ai quali si sono lanciati Carmine Buccilli, Evgeni Glyva e Simone Pessina, transitati a Fiesole (km 7,5) a 32’20’’, seguiti a breve distanza dal quartetto formato da Andrea Lucchese, Tito Tiberti, Alexander Golovin e Serhii Popov. Dopo di loro il campione in carica Andrea Zambelli e Nikolina Sustic, prima tra le donne, precedendo Daniele Donna, Dejan Radanac e Duarte Oliveira, i quali a loro volta erano seguiti dal trio formato da Niumar Velho, Giorgio Calcaterra e Rodrigo Santejo

Nella edizione del 2019 l’inarrestabile Nikolina Sustic, sesta finale, è la vincitrice tra le donne e autrice del record femminile in 7h31’03 che apparteneva sempre a lei fatto nel 2017 con 7h34’36. Per la croata è il quinto successo consecutivo. Seconda classificata Federica Moroni (Golden Club Rimini) in 7h55’03” mentre è terza Veronika Jurisic in 8h05’40”. Nikolina Sustic, già campionessa mondiale 100km in carica, con questo successo diventa anche campionessa nazionale croata. Infatti la 100km del Passatore quest’anno era gara valida anche come Campionato Nazionale di Croazia 100km.

Ormai è pronta a scattare la 100 km del Passatore 2022, l’ultramaratona torna, dopo due anni di stop forzato dalla pandemia Covid-19, al tradizionale percorso che collega Firenze a Faenza. La 48esima edizione della 100 km del Passatore è stata presentata lunedì a Faenza dalle 18,30 nella Galleria Comunale d’arte nel Voltone della Molinella.

A meno di una settimana dalla partenza, prevista per sabato 21 maggio alle 15 da Piazza del Duomo a Firenze, risultano oltre 3300 iscritti. Un risultato che premia l’organizzazione dopo due difficili anni e in seguito alla recente scomparsa del compianto Pietro Crementi. Tra gli iscritti si contano oltre 500 donne, un migliaio di esordienti, circa 400 emiliano romagnoli (di cui oltre 130 faentini), 420 toscani (dei quali oltre 185 fiorentini) e 43 atleti provenienti da 26 nazioni straniere. Sarà presente il recordman “re” Giorgio Calcaterra e, contrariamente a quanto precedentemente comunicato, vedremo anche il vincitore dell’edizione 2019 Marco Menegardi ai nastri di partenza.

Tra i runner  più agguerriti troviamo il trentino Silvano Beatrici (5° al Passatore 2014 e 4° nel 2019), il rocchigiano Matteo Lucchese (1° alla Ultramaratona della Pace sul Lamone 2020, 1° alla 100 km di Seregno 2018, 2° alla 50 km di Romagna 2018 e due volte vincitore della Pistoia-Abetone Ultra-marathon), il romano Carlos Alberto Federico (vincitore della 50 km del Centro Italia 2019), il folignate Matteo Zucchini (fresco vincitore della 100 km delle Alpi) e il torinese Silvio Bertone (alla 6^ Cento in carriera e 2 volte vincitore della Les 100 km Entre Terre et Mer).

E ancora tra gli Ultramaratoneti di casa, troviamo il Campionissismo delle lunghe distanze, in preparazione della 100 Km di Asolo il 2 luglio e a ottobre del campionato Italiano della 100 km  a Torino, non prima di aver partecipato alla 2^ ed. della 50 Km Ultramaratona del Gargano il 18 settembre 2022, Filippo CASTRIOTTA già capace di fermare il cornometro a 9 ore e 50 minuti il 22 maggio 2021 al campionato italiano della 100 KM a Imola e capace di perfomance interessantissime alla età di 55 anni in terram siciliana e in altre zone d’Italia.

Poi abbiamo lo stakanovista Nicola CIUFFREDA capace di arrivare sempre al traguardo con un personal best di 14 ore e 21 minuti al Campionato italaino della 100 KM a Imola nel 2021 ed ancora l’avvocato Cosimo Alessandro D’Ascanio  capace di ottenere un tempo di 14 ore e 20 minuti nella 100 Km del Passatore del 2017, fedele scudiero di Nicola Ciuffreda, e popi il mitico Michele FIALE con la sua corsa sgraziata sempre all’arrivo nelle sue gare di Ultramaratone con un ottimo tempo di 13 ore e 17 minuti sempre nella 100 Km del Passatore nel 2019, quest’anno si è preparato sotto la guida di Michele Quitadamo per battere il suo primato. Ci sarà pure il veterano della corsa su strada degli anni 80 Michele Pergolese anche lui corre tutto contratto ma la sua preparazione per questa 100 KM del Passatore del 2022 è stata puntigliosa e si preparato oltre che a battre il suo primato personale  anche i suo amici storici della nostra città, vanta un 14 ore e 21 minuti nella passata edizione del 2019, non potevo citare l’uomo he corre scalzo cosi come Abebe Bikila, Gaetano Pastore capace di fare 12 ore e 54 minuti al Passatore del 2017 ed infine al suo esordio in competizioni di Ultramaratone Matteo Fabio LA TORRE con i suoi 34 anni è il più giovane degli atleti della ASD GARGANO 2000 MANFREDONIA.

Corre obbligo citare anche gli altri partecipanti a questa 48 ^ edizione della 100 KM del Passatore del 2022, Sandra Elisabetta Bisceglia, Damiana Cinque, Maria Cinque, Lucia Di Candia, Giuseppe Li Bergoli, Michele Li Bergoli e Antonio Trombetta. Manfredonia sarà ben rappresentata e speriamo che tutto questo fervore per la corsa e le ultramaratone ci porti un domani non troppo lontano ad avere la tanto sognata e sperata dal 1970 pista di atletica leggera.

“In qualsiasi circostanza, battere un avversario è l’ultima delle mie preoccupazioni. Ciò che piuttosto mi interessa è se riesco o meno a raggiungere gli obiettivi che io stesso mi sono prefisso. In questo senso, correre su lunga distanza è uno sport perfettamente consono alla mia mentalità.” (citazione di Nicola Ciuffreda)

ASD Gargano 2000

Giovanni COTUGNO

 

Articolo presente in:
Comunicati · News · Sport

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

MANFREDONIA VIDEO