Sabato 20 Agosto 2022

Incendi, PD Manfredonia: “In corso un’aggressione criminale al patrimonio di questa terra, le istituzioni reagiscano”

0 2

Quella che si è scatenata negli ultimi giorni in Provincia di Foggia è una vera e propria aggressione criminale al patrimonio naturalistico e agli imprenditori di questa terra. Prima il vasto incendio a ridosso di Baia delle Zagare, poi ettari di grano andati in fumo e gestiti da Lazzaro D’Auria (da anni sotto scorta per aver denunciato le minacce estorsive) e Ugo Fragassi, ancora campi di grano inceneriti sui Monti Dauni e per concludere nel peggiore dei modi questa esclation, nel giorno in cui a sorpresa il Prefetto di Foggia Dott. Carmine Esposito lascia il proprio incarico, decine di ettari dell’area naturale di pregio “Palude Frattarolo” nell’agro di Manfredonia sono stati devastati da un incendio a carattere doloso che vede impegnati decine di uomini dei Vigili del Fuoco, Arif e volontari della Protezione Civile oltre che due Canadair giunti da Lamezia Terme e da Ciampino.

Oggi la città di Manfredonia si è risvegliata avvolta dalla nebbia provocata dal fumo sprigionato dai canneti in fiamme, triste per la perdita irreparabile di una vasta area di patrimonio naturalistico emblema di un ecosistema fragile troppo spesso trascurato.

È un attacco alle istituzioni che in questo momento devono trovare il coraggio e la forza di reagire. È un attacco ai cittadini che da anni denunciano gli abusi, le mire espansionistiche all’interno delle aree naturalistiche e le richieste estorsive che giungono a chi con la fatica del proprio lavoro cura i propri terreni.
È una sfida che non vede due eserciti contrapposti: da una parte c’è la mano vigliacca di chi passa la vita a nascondersi e da vero parassita succhia il sangue di questa terra, dall’altra c’è l’impotenza di chi vede anno di sacrifici e di duro lavoro cancellato nel giro di pochissime ore. Nel mezzo ci sono gli uomini e le donne che in queste ore, su più fronti, stanno rischiando la vita per limitare i danni e ai quali va il nostro sincero supporto.

Lo Stato e la Regione hanno l’obbligo di potenziare davvero i distaccamenti dei vigili del fuoco troppo spesso sottorganico e mal retribuiti, hanno l’obbligo di prevedere la presenza sul territorio di Canadair (è francamente imbarazzante attendere che arrivino da Lamezia Terme o da Ciampino). L’appello lanciato qualche giorno dall’Arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, Padre Franco Moscone, non cada nel vuoto.

Da anni alcune aree del nostro territorio (ad esempio l’Oasi Lago Salso) sono oggetto, a suon di incendi, di un tentativo di depotenziamento e restingimento che a lungo andare porterà alla scomparsa di un importante pezzo di riserva naturalistica dal potenziale turistico enorme. Il Parco Nazionale del Gargano deve farsi carico di tale patrimonio assumendosene la responsabilità di conservarne le caratteristiche prima che sia troppo tardi.

I cittadini perbene di questa terra non possono più attendere.

PD Manfredonia

Articolo presente in:
Comunicati · News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

MANFREDONIA VIDEO