Martedì 16 Agosto 2022

A caccia di alloggi popolari occupati abusivamente

2 0

Sono 21 gli alloggi occupati abusivamente a Manfredonia ai cui occupanti l’Arca di Foggia ha notificato i decreti di rilascio per occupazione senza titolo. Lo ha rivelato in una intervista rilasciata all’emittente locale “Manfredoniatv”, il Commissario straordinario di Arca Capitanata, Donato Pascarella che ha però precisato che il rilascio di quegli alloggi è subordinato all’esito della verifica della fragilità socio economica degli occupanti. L’istruttoria relativa a tale verifica è stata affidata ai Servizi sociali del comune di Manfredonia. <Appena saranno concluse le istruttorie – annota Pascarella – procederemo di conseguenza>. L’Arca Capitanata ha inoltre richiesto di verificare – aggiunge il Commissario Pascarella – ulteriori ventuno posizioni facenti parte di un elenco nominativo inviato alla Polizia locale per le opportune indagini>.

Probabilmente non tutti, ma una buona parte di quegli alloggi potrebbero essere assegnati alle famiglie che da tempo aspettano di vedere riconosciuto il loro legittimo diritto. Sono nuclei familiari inseriti nella graduatoria degli aspiranti ad una casa popolare cristallizzata nel 2016. Anno dal quale quella graduatoria non è stata mai attivata per il semplice fatto che di case da assegnare non ce n’erano. Almeno ufficialmente e secondo una aggirata legalità come viene ora evidenziato dall’Arca ma anche dal Comune di Manfredonia messo in moto dai provvedimenti dell’Arca. Un lungo periodo buio durante il quale sono venute alla ribalta situazioni limite di nuclei familiari allo sbando per via delle carenti rispettive situazioni socio economiche.

In questa prospettiva l’Arca Capitanata sta effettuando <una serie di controlli incrociati per verificare – afferma il Commissario dell’Arca – i dati degli assegnatari deceduti e quelli trasferiti per accertare le situazioni di fatto nel frattempo verificatisi. Dalle risultanze che si otterranno sarà predisposto un elenco delle situazioni anomale che verrà inviato al Comune di Manfredonia per le opportune iniziative conseguenziali. Nella vasta gamma di situazioni irregolari e atipiche – osserva Pascarella – ci sono anche quelle riferite ad assegnatari legittimi ma che non usano l’alloggio. Anche in questi casi è affidato al Comune il compito di avviare la procedura di decadenza dal titolo e liberare l’alloggio per essere riassegnato>.

Se le varie istituzioni interessate faranno ciascuna la propria parte diligentemente, si potrebbe finalmente chiarire e mettere in sesto un problema fondamentale per tante famiglie per le quali si prospetta l’arrivo di nuovi alloggi di edilizia popolare. <A breve verrà avviata – ha annunciato il Commissario Pascarella – tutta l’attività propedeutica e quindi progettuale per la realizzazione di 16 alloggi di edilizia popolare a Manfredonia, grazie ad i fondi messi a disposizione dalla Regione ed ad un grande lavoro di sinergia istituzionale che ha permesso di sbloccare una situazione ferma da diversi anni>. Il riferimento è a quel complesso progetto edilizio Pirp che coinvolgeva diverse strutture rimaste ovviamente bloccate.

  Michele Apollonio

 

 

Articolo presente in:
News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

MANFREDONIA VIDEO