Venerdì 3 Febbraio 2023

Un tavolo tra Enti locali per supportare la ZES (Foto&Video)

0 2

LA PLATEA dell’Auditorium “Serricchio” del Palazzo dei Celestini colma di spettatori in prevalenza espressioni del mondo dell’imprenditoria, del sociale e della politica, ha sottolineato l’importanza della presenza del Commissario straordinario alla ZES Adriatica, Manlio Guadagnolo, a Manfredonia per «imprimere – ha spiegato – una fortissima azione di animazione di uno strumento unico e irripetibile e spronare e incentivare l’imprenditoria a investire nella ZES come perimetrata tra Manfredonia e Monte Sant’Angelo».

I SINDACI di Manfredonia Gianni Rotice e di Monte Sant’Angelo Pierpaolo D’Arienzo, hanno dialogato con il Commissario Guadagnuolo che con una dettagliata relazione articolata nelle varie scansioni che compongono il progetto «si vuole incentivare – ha chiarito – lo sviluppo economico e occupazionale del territorio attraverso una burocrazia finalmente amica delle imprese».

CONCORDI i consensi. «Bisogna partire in maniera pratica e decisa dando agli investitori delle certezze» ha rilevato Rotice. «Insieme al comune di Monte Sant’Angelo – ha quindi rivelato – stiamo operando in sinergia per assicurare la nostra collaborazione e mettere a disposizione le nostre competenze. Con il Commissario Guadagnolo abbiamo avviato un percorso che guarda lontano; ci aspettiamo da parte del Consorzio ASI di Foggia e dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale, uno scatto d’iniziativa innovativa. Occorre istituire – ha proposto – un tavolo comune che faccia da sensibilizzatore presso l’imprenditoria e gli investitori e raccolga le proposte per una cernita preventiva prima di passarle al Commissario delle Zes».

PIENAMENTE d’accorso il sindaco D’Arienzo che ha sancito come la Zes «costituiscano un importante progetto di attivismo della strategia di marketing industriale anche in vista della istituzione delle zone franche doganali. Strumenti innovativi che consentiranno di armonizzare – ha prospettato – uno sviluppo del territorio che tenga conto della vicinanza di grossi centri abitati come Manfredonia». D’Arienzo ha altresì esortato «a tenere alta l’attenzione politico-sociale a riguardo anche alla criminalità organizzata molto agguerrita sul territorio eppertanto attratta laddove ci sono interessi economici».

IN TAL SENSO si è pronunciato anche l’on. Giandiego Gatta che ha altresì espresso l’auspicio che «anche questo nuovo intervento economico e normativo non segua le sorti di precedenti interventi accompagnati da grandi entusiasmi iniziali e poi finiti malamente». Una preoccupazione evidenziata anche dall’operatore economico e finanziario Tommaso Rinaldi. «Bisogna accendere fari accecanti – ha avvertito – per tenere lontano gli appetiti della criminalità organizzata sempre presente laddove c’è odore di affari, leciti e illeciti». Critico sull’assenza, benché invitati a partecipare, dei presidenti del Consorzio Asi e della Provincia di Foggia. «Sarà fondamentale capire bene – ha rilevato Rinaldi – quale sarà, nell’immediato futuro, il loro ruolo all’interno di questa importante chance per il nostro territorio che può rappresentare una svolta importante per tutto il nostro territorio».

Michele Apollonio

 

Articolo presente in:
Eventi · ManfredoniaNewsTV · News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO