Lunedì 28 Novembre 2022

Quattro cuccioli salvati dai vigili a Foggia. Ora cercano casa

0 0

Una pattuglia della polizia municipale salva 4 cuccioli di cane pastore. La mattina di San Silvestro, intorno alle 8, alcuni agenti di polizia locale sono intervenuti in via D’Aragona per un incidente stradale provocato dall’investimentodi un cane randagio di grossa taglia, morto sul colpo. Giunti sul posto gli agenti, mentre effettuavano i rilievi del caso, hanno appreso che quella stessa cagna di razza pastore era solita frequentare la zona e che fino a qualche giorno prima era incinta. Così gli stessi vigili, dopo aver allertato i veterinari, hanno cominciato le ricerche dei cuccioli nelle campagne limitrofe e, in un casolare abbandonato, hanno rinvenuto quattro adorabili cagnolini infreddoliti ma in buono stato di salute.

Allertato il canile municipale, i cuccioli sono stati controllati, nutriti ed ospitati presso la struttura di via Manfredonia. Questo intervento, come è facilmente intuibile, ha salvato le bestiole da morte certa e ha portato all’interno della Caserma della polizia municipale un clima di gioia e di speranza, sottolinea Stefano Berardino, istruttore di Polizia municipale e sindacalista della Uil Flp.
Ora sarebbe opportuno che da parte dei cittadini ci fosse una gara… benefica, una sorta di corsa a recarsi presso il canile municipale in via Manfredonia, per adottare i cuccioli. Si è appena conclusa con grandi risultati l’iniziativa “Adottami”, che ha visto appunto l’adozione di una cinquantina di cuccioli durante il periodo natalizio. Sarebbe auspicabile che questo spirito di solidarietà e affetto verso bestiole indifese e meravigliose continuasse tutto l’anno. In questo modo il randagismo sarebbe sconfitto

Articolo presente in:
Capitanata · News

Commenti

  • Bellissima notizia! A febbraio dello scorso anno abbiamo già adottato un trovatello altrimenti un cucciolo l’avremmo sicuramente chiesto. Peccato solo x la povera mamma.

    teofilo 03/01/2014 19:52 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

MANFREDONIA VIDEO