Giovedì 9 Febbraio 2023

M. Basta: 'Sul mercato ittico aspettiamo ancora risposte mentre aumentano solo gli interrogativi'

0 0

Come promesso torniamo a parlare di mercato Ittico.
Il NCD Manfredonia attende ancora risposta ai quesiti posti nel comunicato del 30 gennaio 2014.
L’amministrazione di sinistra, nella persona dell’assessore al ramo nonché vicepresidente della società fallita oltre a difendere pubblicamente il Presidente del Co.Ge.M.I.M., non ha dato alcuna risposta.
Amministrazione che si è limitata a pubblicizzare l’indizione della gara per l’affidamento della gestione del mercato Ittico all’ingrosso di Manfredonia e del relativo complesso.
Amministrazione comunale che comunicava in data 3 febbraio 2014 che “ nel mese di dicembre 2013 il valore del pescato conferito nel mercato ittico di Manfredonia è stato di € 450.309,55 con un aggio per il Comune di Manfredonia quantificato in € 27.018,57 ( escluso IVA)”.
Apprendiamo, con grande meraviglia, che in data 19 febbraio 2014 il Comune di Manfredonia ha impegnato “ allo scopo la somma presunta di € 235.000,00 sul cap. 5639 – prestazione di servizi per l’attività di gestione mercato ittico….-. Si legge nel comunicato “ al fine di assicurarne il regolare funzionamento del Mercato Ittico all’ingrosso il Comune di Manfredonia ha stabilito di continuare ad avvalersi, a partire dal mese di gennaio dei servizi individuati fino al prossimo fermo biologico, il cui avvio è indicativamente previsto tra la fine di luglio e l’inizio di agosto del corrente anno….”.
Ci chiediamo. È possibile impegnare una somma così importante per la gestione di un mercato ittico che dovrebbe essere fonte di guadagno e per un periodo limitato a qualche mese?
Come mai se nel solo mese di dicembre 2013 il Comune per la gestione diretta dell’attività mercatale ha introitato € 30.000,00 circa sotto forma di aggio, oggi impegna tale somma?
Chiediamo e vogliamo risposte!
È stata ripristinata la legalità all’interno dell’area mercatale? Se esistono attività commerciali a servizio dell’attività del mercato ittico queste sono in regola con le autorizzazioni e sono regolarizzate con contratti di locazione o comodato?
L’amministrazione si preoccupa di garantire e controllare quanto avviene all’interno dell’area mercatale? È vero che c’è qualcuno che esige il pagamento del parcheggio nelle aree mercatali aventi tale destinazione?
Perché non si è mai utilizzata né tantomeno si utilizza la vendita del pesce attraverso l’asta elettronica?
Il NCD Manfredonia vuole e chiede che siano individuati i responsabili politico-amministrativo della allegra gestione che ha portato all’umiliante conseguenza del fallimento della gestione del mercato ittico!
Anche per evitare che la storia si ripeta.

Il Presidente del circolo NCD Manfredonia
Avv. Michelangelo Basta

Articolo presente in:
News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO