Lunedì 15 Aprile 2024

Continuano le gare per i ragazzi dell'Accademia Scherma Re Manfredi

0 0

Periodo molto intenso per i ragazzi dell’Accademia Scherma Re Manfredi. L’8 Febbraio, gara master al livello nazionale. A questa competizione potevano gareggiare gli atleti della categoria maschile dai 30 anni in su. La gara si è disputata a Foggia. Ha partecipato Castrignano Francesco Paolo, classificandosi al 16° posto. Il 14 febbraio Gran Premio Dei Giovanissimi a Foligno. I ragazzi dell’Accademia Re Manfredi si sono classificati al 27° posto e hanno partecipato: Bottalico Antonio, Castrignano Michele, Marone Gianluca. Il 16 Febbraio, seconda prova di qualificazione per la spada, disputata a Foggia. Per la categoria maschile, hanno partecipato: Granatiero Gianluca che, si è classificato al 25° posto e Russo Erminio che, si è classificato al 38° posto. Per la categoria femminile, hanno partecipato: Granatiero Stefania che, si è classificata al 18° posto, Impagnatiello Katia che, si è classificata al 27° posto, De Luca Chiara, che, si è classificata al 28° posto, Murgo Filomena che, si è classificata al 33° posto. Il 23 Febbraio, gara a squadre, disputata a Baronissi (Salerno), valida per la qualificazione per la Serie C2 categorie maschile e femminile. Per la categoria femminile, hanno partecipato: Katia Impagnatiello, De Luca Chiara e Murgo Filomena. Le ragazze si sono classificate al 10° posto. Per la categoria maschile hanno partecipato: Russo Erminio, Umberto Serafino, Gianluca Granatiero. I ragazzi si sono classificati all’11° posto. Entrambe le categorie hanno perso l’assalto alla finale, a 30 secondi dalla fine dell’incontro. Prossimi appuntamenti: l’8 e il 9 Marzo a Foggia, terza prova gran premio giovanissimi under 14.

Un appunto-appello da parte del Maestro e dei ragazzi dell’associazione Accademia Scherma RE Manfredi: il bisogno di una struttura più grande. “I ragazzi sono aumentati, lo spazio è poco. L’amministrazione comunale deve assolutamente impegnarsi, perché gli atleti possano allenarsi al meglio, in uno spazio più grande ed adeguato per la disciplina sportiva. Non si possono montare e smontare le pedane per la scherma ogni volta e cambiare località. E’ assurdo”,  queste le affermazioni degli atleti.

Sipontina Prencipe

Articolo presente in:
News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com