Domenica 21 Luglio 2024

Furti al cimitero, arrestati due manfredoniani (Video)

0 0

Immediata risposta della Polizia di Stato al fenomeno dei furti che stanno interessando il territorio sipontino ed in particolare il Cimitero cittadino. NellA serata di ieri, personale della Squadra di P.G. del Commissariato P.S. di Manfredonia ha infatti arrestato due giovani del posto, Matteo Falcone, di anni 39 e Mauro Gatta, di anni 27, sorpresi a rubare all’interno del camposanto.

Nei giorni scorsi il Cimitero di Manfredonia è stato fatto oggetto di ripetuti furti ad opera di ignoti che, senza nessuno scrupolo e rispetto per i defunti, nottetempo asportavano importanti pezzi in antimonio da diversi loculi; alla luce del crescente allarme sociale derivato da tale spregevole reato, il Dirigente del Commissariato ha predisposto un idoneo servizio di appostamento sia all’interno del Cimitero che nel perimetro circostante.

Nella prima serata i Poliziotti appostati nel Cimitero hanno notato la presenza, nella cosiddetta Tomba del Carmine, di alcuni uomini, visti armeggiare vicino ad alcune lapidi interrompendo il sacro silenzio del luogo; gli stessi agenti hanno avuto modo di notare distintamente che due malviventi, usciti dalla citata tomba, trasportavano la refurtiva nei pressi dell’uscita secondaria posta su via Generale Azzarone, pedinati a vista dai poliziotti nascosti fra le tombe presenti.

I due sono stati visti ad ammucchiare il bottino per poi caricarlo sulla loro autovettura; i poliziotti sono così intervenuti in massa, bloccando l’auto in fase di allontanamento a fari spenti ed i due occupanti, uno dei quali cercava di darsi alla fuga, non riuscita solo grazie al tempestivo intervento degli operanti; tutta la scena è stata ripresa da una telecamera di video-sorveglianza installata ad hoc per l’occasione.

I due malfattori sono stati identificati in Mauro Gatta, conducente del veicolo, e Matteo Falcone, passeggero dello stesso, arrestati per concorso in furto aggravato dalla violenza sulle cose nonché per vilipendio alla pietà dei defunti. Nel bagagliaio del veicolo è stata rinvenuta tutta la refurtiva e, nel corso della perquisizione, anche alcuni oggetti utilizzati per commettere il reato, quali chiavi per lo smontaggio dei vasi portafiori ed un coltello.

Un successivo sopralluogo all’interno del Cimitero ha fatto rilevare come dalla Tomba del Carmine e da altre due tombe adiacenti sono stati effettivamente asportati dei portafiori corrispondenti a quelli rinvenuti nell’auto dei due arrestati. Tutta la refurtiva è stata affidata in custodia giudiziale al responsabile del Cimitero per una celere restituzione ai familiari dei defunti. Sono in corso ulteriori indagini per recuperare ulteriori pezzi asportati nelle recenti incursioni notturne nel Cimitero.

furticimitero-11032015-12furticimitero-110320152furticimitero-11032015-21  furticimitero-11032015-32

Articolo presente in:
Cronaca · News
  • Bravissimi alle forze dell’ordine, questi bastardi devono andare loro in quelle tombe.

    gianni 11/03/2015 20:19 Rispondi
  • E’ tutto un magna magna dentro quel cimitero SULLA LAPIDE DI MIO NONNO L’HANNO FATTO 8 ANNI FA’

    gianfranco 11/03/2015 15:54 Rispondi
  • anche alla nicchia di mio padre l’hanno fatto sti maledetti non hanno rispetto di nessuno

    Anonimo 11/03/2015 15:51 Rispondi
  • forze dell’ordine spettacolari e coraggiosi!!!! bravi!!!

    manfredonia 11/03/2015 15:03 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com