Venerdì 14 Giugno 2024

Cancellati i murales dell'Isola che non c'è

0 0

Come un fulmine a ciel sereno ci ha colpito la notizia della cancellazione dei murales dipinti sul muro che costeggia “L’Isola che non c’è” .

Quei disegni che decoravano il muro accanto una piccola parte della scogliera della Zona Acqua di Cristo, dedicati a Lucio Dalla per ricordare gli anni felici della sua spensierata infanzia, non ci sono più.

La spiaggia de “L’Isola che non c’è” è un angolo di Manfredonia “autogestito” da un gruppo di amici capitanati da Oronzo Farfalletta. Queste persone si prendono cura di questo angolo di paradiso pulendolo, piantandoci piante, e d’estate arredandolo con quanto può essere utile per passare le calde mattinate al mare, con tanto di spogliatoio, panchina e raggiera per parcheggiare le bici. Per non parlare poi delle feste estive, del bagno propiziatorio il 1° gennaio e delle iniziative a scopo benefico.

Non sappiamo quale necessità ci fosse nel compiere questo gesto e nemmeno chi ne sia stato l’artefice o la mente, ma sappiamo che da chiunque ammiri coloro che amano questo pezzo di mare, al punto da curarlo come casa propria, lo ha vissuto come uno sfregio, un dispetto.

Qualsiasi siano le ragioni di chi l’ha fatto, non possiamo far altro che pensare che quando qualcuno cerca di fare qualcosa di buono viene sempre ostacolato… è questo il limite del nostro paese.

Mariantonietta Di Sabato

Articolo presente in:
News

Commenti

  • @socio, ne sono certo guarda
    E se anche fosse, con che diritto vengono installati su demanio pubblico?

    Erehwon 27/03/2015 19:42 Rispondi
  • lo faremo più bello è faremo una grande festa .

    Ciro 25/03/2015 12:41 Rispondi
  • Mi intrometto nella discussion in qualità di socio dell’Isola che non c’e comunicandovi che il signor Oronzo o altri non ha fatto nessun tipo di iniziativa così come detto da Marco, è logico che resta il ramamrico di non averci avvisati e fatte le opportune analisi ci adopereremo sin d’ora di abbellire ancor di più la nostra scogliera e di renderla un paradise in cui tutti possano usufruire dei servizi e di tutto quello che sarà messo a dispozione di tutti.

    red 25/03/2015 10:17 Rispondi
  • L’associazione l’isola che non c’è non è proprietaria dell’area, quindi non può reclamare nulla. Capisco il dispiacere per la perdita delle migliorìe apportate sul luogo ma comportarsi come se fosse stato leso un diritto di proprietà è sbagliato. Quella è una zona pubblica, non privata, non esiste nessun diritto in capo a nessuno di stabilire cosa si deve o non si deve fare del luogo. Non è che perchè uno c’ha l’associazione mò diventa proprietario per usucapione…cè non ho capito!!!

    Antonio 25/03/2015 8:18 Rispondi
  • Votate m5s noi siamo cittadini x i cittadini

    u macchiajul 24/03/2015 23:21 Rispondi
  • penso ai vari Oronzo, Marcellino, Ciro…tutta gente che ogni estate, puntualmente, si impegna a ripulire a proprie spese quel fantastico “corner” per renderlo decoroso e metterlo a disposizione della comunità.
    Quel murales aveva un significato particolare per quella gente e non solo, credo. Che amarezza.

    Marione 24/03/2015 22:26 Rispondi
  • In questa citta’ si puo’ fare di tutto,si puo,delinguere ,spacciare, rubare, e dare fastidio alla gente per bene, tanto nessuno controlla il comune e latitante!!

    gino 24/03/2015 21:34 Rispondi
  • a perchè credete che oronzo ,amici si siano fermati?ahhahhah sappiate che cè una domanda inoltrata al comune per fare dei lavori per tutta la gente all isola,e sappiate che sè non accettate la richiesta prima di oronzo saranno guai per altri…..e tutto e gia inoltrato a roma…..e a persone con le palle sotto.VEDRETE NOVITà……………..

    marco 24/03/2015 21:12 Rispondi
  • erehwon sei propio scocchiante che cosa centra da dove provengono?da rifiuti abbandonati e rimodellati

    socio 24/03/2015 20:43 Rispondi
  • Per cortesia chiamiamola Città. Manfredonia è città non paese.

    black 24/03/2015 18:29 Rispondi
  • La panchina, la rastrelliera per le bici e i cestini da dove provengono?

    Erehwon 24/03/2015 17:30 Rispondi
  • Anche a me dispiace, ma se il muro fosse di una proprietà privata…?

    Lettore 24/03/2015 16:49 Rispondi
    • se fosse privato così come è privato lo hanno solo abbellito
      immaginate se stanotte va qualcuno e lo sporca di schifezze epoi il dialogo che fine ha fatto?
      quanto lavoro hanno impegato le persone che lo hanno fatto?
      che sentimento animava quelle persone?
      chi lo ha fatto pittare di quel celestino pisciacchia che ha pensato riguardo a quelli dell’ isola che non ce?

      renato 24/03/2015 17:01 Rispondi
    • Perchè cambia qualcosa alla proprietà del muro? Il muro ha una funzione, quella di delimitare. Se poi te lo ritrovi abbellito(e anche gratis) da un murales bello e carico di significato come quello….la proprietà ha solo da guadagnarci….ma forse non lo hanno capito poverini

      Giuseppe 24/03/2015 17:22 Rispondi
  • mah…

    antonio beverelli 24/03/2015 16:12 Rispondi
  • ma che ….. di paese è questo?
    lo sapete che un tratto degli scogli abitati dai ragazzi dell’isola che non c’è è in concessione al risorante guarda che luna, la barca?
    questo è un paese strano è conme l’italia un paese che passi da calòamaro gigante

    SONO INCAZZATISSIMO 24/03/2015 16:05 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com