Mercoledì 24 Luglio 2024

Perché no al museo del carnevale?

5 3

In questi giorni si è chiusa l’edizione numero 64 del Carnevale di Manfredonia, anche se la storia ci insegna che le origini della ritualità pre-pasquale nella terra sipontina affondino le proprie radici in età classica.

L’edizione 2017 della manifestazione, che ormai si sta imponendo in una dimensione sempre più nazionale, ha visto la partecipazione di numerosissimi gruppi mascherati, due carri di prima categoria, altrettanti di seconda categoria ed il ritorno della “Sfilata delle Meraviglie” la più grande particolarità del carnevale manfredoniano.

In tanti, anche negli anni passati, hanno proposto di conservare ed esporre presso qualche struttura comunale gli abiti delle varie edizioni, splendidi esempi di lavoro d’artigianato nonché interessanti ed originali gioielli in grado di captare l’attenzione dei più curiosi.

Perché non allestire uno spazio nel quale conservare almeno un modello per ogni gruppo partecipante alle sfilate, pezzi pregevoli di carri allegorici e le più belle fotografie delle varie manifestazioni carnascialesche? Potrebbe essere un modo per evitare che di anno in anno centinaia di abiti, per i quali si sono spese delle somme non proprio irrisorie, vadano a riempirsi di polvere nei ripostigli se non addirittura buttati via. Molte scuole hanno già provveduto a sistemare degli spazi nei quali conservare i pezzi più belli tra quelli realizzati. Perché non pensare ad un’iniziativa comunale che valorizzi i nostri lavori ed il nostro carnevale in una sorte di “museo del carnevale”?

Giovanni Gatta

Articolo presente in:
Carnevale · News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com