Lunedì 14 Ottobre 2019
Giornale a Casa

Area industriale di Manfredonia, un capitolo aperto e dolente

16 4

Esattamente venti anni fa, il Governo Berlusconi finanzio’ i contratti d’area e ci fu un vero e proprio assalto alla diligenza da parte di molti imprenditori che usufruirono di ingenti somme di denaro che dovevano servire per creare nuovi posti di lavoro, sembrava che la questione occupazionale del nostro martoriato territorio fosse in via di risoluzione ma ancora una volta ci siamo sbagliati perché le aziende, dopo aver sfruttato i numerosi benefici, fuggono e lasciano i nostri giovani in uno stato di costernazione e senza un lavoro. Il motivo: “non riusciamo a lavorare senza i servizi essenziali, senza acqua, fogna, illuminazione pubblica e manutenzione in generale”. Eppure i soldi per realizzare questi servizi che ammontavano a 1

milione e 350.000 euro, erano stati stanziati dal Governo, eppure nel corso di questi due decenni si sono succeduti diversi “Responsabili del contratto d’area” che hanno solo percepito compensi stratosferici, eppure ai vertici delle più importanti Associazioni imprenditoriali abbiamo tanti imprenditori locali, eppure abbiamo portato tantissimi politici locali in Parlamento. Ebbene, nonostante queste situazioni di enorme vantaggio per il nostro territorio, nessuno si è mai interessato per risolvere questi piccoli grandi problemi che hanno prodotto l’abbandono del nostro territorio e ancora oggi scoraggiano quei pochi imprenditori che vorrebbero venire ad investire a Manfredonia per crearare nuove speranze e opportunità per i nostri giovani costretti a lasciare la loro città e i loro affetti. La politica si interessa ad organizzare dibattiti sterili che ormai non interessano più a nessuno o organizza spettacoli musicali e feste di piazza oppure manifestazioni culinarie a Montecitorio o meglio ancora vengono promossi per occupare posizioni più prestigiose, i presidenti delle più importanti Associazioni datoriali si azzuffano e si girano dall’altra parte e pensano a contendersi quel poco di buono che è rimasto del nostro territorio, i politici locali che a turno hanno ricoperto incarichi di irresponsabili del contratto d’aria e nulla hanno fatto per la sopravvivenza delle aziende e per il mantenimento dei livelli occupazionali, sono stati invece promossi a livelli di prestigio per percepire lauti compensi. Nel vedere tutta questa immondizia che ci circonda mi convingo sempre più che questo è un mondo che gira al contrario, un mondo dove vengono premiati i ladri, i parassiti e deliquenti che restano impuniti e continuano a regnare. Signore onnipotente ferma questo mondo voglio scendere.

Un lettore deluso
Redazione R.
Articolo presente in:
News · SOS Cittadini

Commenti

  • Condivido pienamente la stesura della nota pubblicata da “Un lettore deluso” o forse meglio un cittadino/elettore deluso: E si perchè chi è stato eletti ad amministratore del controtta d’are con la qualifica di “Responsabile unico” dovev a responsabilmente adempiere all carica almeno al completamento delle opere inispensabili del sito. Responsabili di che cosa… della loro inettitudine, tra l’altro ben ripagata per tanti anni…. e tanta inefficienza ed icapacità gestionale. D’altronde cosa si poteva pretendere da certa “personalità” che non avevano alcun titolo specifico o peggio solo appannaggi politici ed una aureola immeritata di amministratore pubblico. Peccato che le incompetenze di pochi si ripercuotono sulla ignara sorte dei cittadini di Manfredonia e più in generale di tutto il popolo italiano atteso che sono soldi pubblici caduti da Roma….

    Avatar cittadino 23 Luglio 2019 alle 20:15 Rispondi
  • Ha perfettamente ragione. Tutto quanto scritto non è altro che la realtà dei fatti. Al postiglione faceva piacere che la diligenza fosse assaltata. Tanto pagava pantalone e loro intascavano le loro prebende. Sicuri e certi della loro immunità. Perché questo??? Perché nessun politico viene chiamato a rispondere dei danni arrecati??? Quando questo avverrà, forse, potrà cambiare qualcosa.

    Avatar Pasquino 23 Luglio 2019 alle 19:25 Rispondi
  • Quanto state a rosicare per la festa de l’unità. Non c’è la potete fare, ormai la tirate in mezzo per qualsiasi cosa. La Di Sabato Family invece dove è stata negli ultimi 50 anni? Dove hanno inzuppato il biscotto? Sono una famiglia apolitica?

    Avatar Matteo 23 Luglio 2019 alle 09:32 Rispondi
  • Sono pienamente d’accordo

    19
    2
    Avatar Michele 23 Luglio 2019 alle 09:17 Rispondi
    • Sono pienamente daccordo con quanto da te scritto, nulla è stato fatto per risolvere nulla

      Avatar Annalisa Di Staso 23 Luglio 2019 alle 23:24 Rispondi

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php