Venerdì 15 Gennaio 2021

Una prodezza di Nino Morra decide la gara contro il forte U. Bisceglie

2 0

La seconda gara casalinga del Manfredonia è stata decisa da un gran gol di Nino Morra, con un missile che si è insaccato nell’angolo basso, senza dare scampo al bravo Lullo, il portiere ospite, sicuramente il migliore il campo.

Come all’esordio i ragazzi di Mister Rufini hanno lasciato agli avversari il pallino del gioco, per tutto il primo tempo, senza tuttavia correre alcun rischio. Anche quest’oggi la fase difensiva ha funzionato al meglio non consentendo agli ospiti nessuna palla-gol. Al 22’ pt è stato Trotta che ha chiuso un’azione tutta in verticale con assist preciso di Morra. Il bomber sipontino incrocia ma Lullo è pronto a respingere sul palo vicino. Dopo 6’ Trotta semina Andriano sull’esterno e taglia la difesa biscegliese con un cross basso. Morra è in ritardo, lontano dal pallone e non riesce a chiudere a rete. Degli ospiti annotata solo una iniziativa di Compierchio, sventata dal gigante Colangione.

La ripresa comincia con il miglior Manfredonia visto finora. Il Bisceglie è schiacciato nella sua metà campo in netta difficoltà. Al 4’ st è Partipilo ad esaltare la reattività di Lullo con una punizione dai venticinque metri respinta in angolo. Della stessa battuta si occupa il mediano sipontino che mette la palla sul palo lontano dove, da schema, è appostato Morra che di testa non supera Lullo, ancora bravo a respingere sulla linea di porta. Al minuto 8’ st Rubino pennella per la testa di Trotta. Il “Pasquale” sipontino è puntuale all’appuntamento con il pallone ma non angola quanto è necessario per eludere l’intervento di Lullo. In maniera anche fortunosa il portiere ospite evita ancora la capitolazione della sua squadra. Al 13’ st Nino Morra da venticinque metri, decide di calciare a rete. Lullo questa volta non può nulla, non c’arriva. Lo svantaggio risveglia i Biscegliesi. Mister Rumma rompe gli indugi e passa ad undici molto più offensivo anche se non molto disciplinato tatticamente. Cicerelli e Partipilo fanno da frangiflutti. Colangione, Burdo al centro, Rubino e D’Angelo difendono con vigore e ordine. Zinetti, al 26’ st, è murato da Colangione. Al 28 Preziosa prova il tiro della “Domenica”, Leuci c’è e mette sulla trasversale. Dopo una rasoiata dell’indomito Benedetti, al 50’ st, che attraversa pericolosamente tutta la porta di Leuci, finalmente arriva il triplice fischio finale.

Alla fine premiata la maggiore concretezza della squadra di Mister Rufini, dopo tre giornate a sette punti, senza sconfitte.

Tabellini (a cura di www.sportivamente.org)

Manfredonia 1932: Leuci, Rubino, D’ Angelo, Partipilo, Burdo, Colangione, Trotta, Cicerelli, Morra N (77′ Morra A.)., Prota ( 77′ Olivieri), Coronese. All. Celestino Ricucci

U.C.Bisceglie: Lullo, D’Alba, Preziosa (87′ Benedetti), Andriano, Bufi, Di Giorgio, Cicerello, Zingrillo (66′ Balzano), Petrignani, Compierchio (77′ Amoroso), Raiola (60′ Zinetti). All.Rumma

Reti: 13′ st Morra N.

Ammoniti: Cicerelli, Andriano, Coronese, Preziosa, Balzano.

Recupero: 1’pt, 6’st

Arbitro: De Pinto sez. Bari; Assistente1: Santo sez.Barletta;Assistente2: Nero sez. Barletta.

Redazione A.
Articolo presente in:
Sport

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO