Martedì 26 Ottobre 2021

3 consigli per lavorare in ufficio nel massimo comfort

0 0

Prima di scegliere una sedia ufficio per il proprio ambiente lavorativo, professionale o casalingo, conviene valutare ogni particolare. In media, i lavoratori passano oltre sei ore nella propria postazione. È dunque fondamentale scegliere delle sedute che non danneggino la postura, ottimizzando il comfort. In questo modo aumenteranno anche produttività e comodità, riducendo sensazioni di disagio e fatica.

1.    Una buona sedia deve essere ergonomica

L’ergonomia è il primo fattore da prendere in considerazione nell’acquisto di una nuova sedia da ufficio. Vi sono infatti delle normative da rispettare, per far sì che la salute dei lavoratori venga tutelata e che non si verifichino infortuni.

Innanzitutto, la sedia deve poter essere regolata, sia in altezza che in inclinazione, e i comandi dovranno risultare accessibili anche da seduti. Allo stesso modo, lo schienale deve poter essere regolato a piacimento per garantire il massimo comfort. Le sedie con schienale alto sono le più consigliate per tutti coloro che passano la maggior parte della giornata lavorativa alla scrivania. Offrono infatti un appoggio completo a tutta la schiena, e sono dotate di poggiatesta.

2.    Stabilità e base della sedia sono due fattori fondamentali

Le sedie da ufficio più semplici sono quelle senza ruote, dotate di quattro o cinque piedi di supporto. Offrono stabilità ma minore spazio di movimento. Invece, le sedie con ruote sono più facili da spostare (agevolmente anche da uno spazio all’altro dell’ufficio).

È fondamentale scegliere inoltre il materiale più appropriato. Nylon, alluminio e acciaio sono i più comuni. Il nylon è il materiale utilizzato più frequentemente, ed è abbastanza durevole. L’alluminio è leggero e offre un design tendenzialmente più moderno. L’acciaio è sicuramente la materia più robusta e resistente nel tempo, ma anche la più costosa.

È da tenere presente poi la composizione delle ruote. Generalmente sono realizzate in plastica, e scorrono bene su tutti i pavimenti. Le ruote in gomma sono il top di gamma, non danneggiano o sporcano il pavimento. Permettono di spostare agevolmente la sedia anche su moquette e tappeti.

3.    L’imbottitura e i materiali di rivestimento

L’imbottitura di una sedia è necessaria non solo per dare una sensazione di comfort e non affaticare i muscoli, ma anche per proteggere la circolazione sanguigna delle gambe. L’imbottitura in memory foam, per esempio, si adatta alla forma del corpo e resiste alle deformazioni del tempo. Esistono però anche sedie moderne con una seduta in rete, per consentire una maggiore circolazione dell’aria.

Infine, il rivestimento della sedia deve essere leggero e traspirante. Materiali come tessuto, panno o tela con maglia a rete sono ottimi in questo senso e resistenti ad abrasione e usura.

Articolo presente in:
Dal Mondo

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO