Martedì 5 Marzo 2024

La prudenza non è mai troppa…

0 0

In questi giorni su WhatsApp gira questo messaggio. Non sappiamo se si tratti di una bufala, come tante, o se sia una cosa seria. Fatto sta che storie del genere ci sono state raccontate da persone che le hanno davvero subite, tipo che in un certo punto della strada si fora una ruota e, mentre l’autista sta cambiando la ruota, qualcuno ruba cellulare e computer dalla macchina.
Per queste ragioni e perchè la prudenza non è mai troppa, abbiamo deciso di pubblicare questo messaggio, bufala o no, meglio fare attenzione, non si sa mai…

FATE GIRARE IL PIU’™ POSSIBILE, CONDIVIDETE E SOPRATTUTTO L’AVVISO E’ˆ DIRETTO ALLE DONNE.

Se nel vostro quotidiano vi capita di incrociare per strada o in altri luoghi comuni bambini che piangono e vi dicono : €œMi sono perso, portatemi a questo indirizzo…!!€
Non fatelo nel modo più assoluto, prendete il bimbo e recatevi al più vicino comando di polizia o carabinieri, perchè questo è un nuovo sistema inventato dai maniaci e da persone cattive e violenti che usano per adescare donne e poi violentarle.

PASSATE PAROLA – E SOPRATTUTTO PER LE DONNE CHE GUIDANO E’ˆ IMPORTANTE LEGGERE QUESTE RIGHE.

Una sera, mentre percorrevo una via secondaria per tornare a casa, ho notato, sul seggiolino di un’auto ferma a bordo della strada, un bambino coperto da un panno.
Non so spiegare perchè – e la ragione poco importa – ma non mi sono fermata…

Quando sono arrivata a casa, ho telefonato alla polizia dicendo dell’ episodio e la Polizia mi ha assicurato che sarebbe andata a vedere, nel contempo, la Polizia mi ha informata che le bande di malviventi e i ladri stanno escogitando vari stratagemmi perchè gli automobilisti (soprattutto donne) fermino il proprio veicolo e scendano dalla macchina in zone isolate.

Il metodo praticato da queste bande consiste nel posizionare una macchina lungo la strada con un falso bebè seduto dentro, aspettando che una donna si fermi per andare a vedere quello che crede essere un bimbo abbandonato.

Di solito la macchina in sosta è posizionata vicino a un bosco o un campo con l’ erba alta: la persona che ha la malaugurata idea di fermarsi sarà trascinata nel bosco, violentata, picchiata e derubata…

Non fermatevi mai, ma chiamate il 113 con il vostro telefonino, raccontate quello che avete visto e il punto più preciso possibile dove l’avete visto, ma la cosa importante non fermatevi e continuate la vostra strada.

Altro trucco per adescarvi : Attenzione!!! Vi potrebbe succedere anche questo: mentre state guidando, vi buttano delle uova sul parabrezza, anche in questo caso, non fermatevi, ma soprattutto non azionate il lavavetri, perchè le uova miste all’acqua diventano collose e vi oscurerebbero il parabrezza fino a più del 90% e in questo caso sareste costretti a fermarvi al bordo della strada, diventando vittime di altre trovate criminali.

Queste sono alcune delle nuove tecniche utilizzate dalle gang criminali arrivate in Italia dall’ Est Europeo. PER FAVORE FATE GIRARE e INFORMATE I VOSTRI AMICI.

Rossella Di Bari

Articolo presente in:
News

Commenti

  • Faccio rilevare alla redazione che quel “Queste sono alcune delle nuove tecniche utilizzate dalle gang criminali arrivate in Italia dall’ Est Europeo” è di non troppo velato stampo xenofobo. Potevate risparmiarvi di pubblicarlo. Penso che la sostanza del discorso non sarebbe cambiata. Il tutto detto con rispetto e stima per il vostro lavoro.

    Alternativa 31/01/2014 21:57 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *