Martedì 21 Maggio 2024

Esordio dell’Orchestra “San Benedetto”

0 0

Un qualificatissimo pubblico entusiasta che occupava ogni ordine di posti, ha applaudito l’Orchestra “San Benedetto”, per meglio dire “Dell’Annunziata”, al suo primo concerto che ha avuto luogo nella splendida, seicentesca chiesa di S. Benedetto.

L’orchestra è stata magistralmente diretta dal giovanissimo Guy Roquefeuil, direttore, compositore e arrangiatore di Roma. Gli undici musicisti: Tony Feudo, fagotto, di Latina; Marco Valerio Cesaretti Salvi, violoncello, di Sabina (Rieti); Antonella Centonza, flauto, di Manfredonia; Crystall Armillotta, arpa, di Manfredonia; Giusy Castriotta, violino, di Manfredonia; Alberto Mastracci, viola, di L’Aquila; Tiziana Proietti, viola, di Palomba Sabina; Engy Selvaggi, violoncelllo, di Manfredonia; Michele Schiavone, contrabbasso, di Manfredonia; Alessandra Chiarelli, violino, di L’Aquila e Matteo Pizzini, violino, di L’Aquila, giovanissimi, insieme per la prima volta, hanno dato prova della loro professionalità e preparazione per aver eseguito brani di noti autori: Palestrina, Purcell, Shore e Charpentier, senza, peraltro, averli concertati in precedenza.

Finalmente oggi si concretizza ciò che rincorrevo da oltre 22 anni – ci dice, visibilmente commosso il nostro benemerito concittadino M° Michele Telera, vero artefice di questo incredibile miracolo.  – Si realizza il sogno di un musicista che ha visto nascere dalle ceneri quella che considera figlia della già nota Orchestra da Camera “S. Chiara”.

Un progetto ambizioso che sta dando i suoi frutti al quale hanno aderito molti altri musicisti e tanti altri ancora hanno dato la loro disponibilità. Certo gli ostacoli da superare sono tanti, non ultimo quello di natura finanziaria. Siamo convinti, però, che con l’aiuto della Divina Provvidenza, l’impegno e l’aiuto di tutti la nostra città potrà vantare la presenza di un’orchestra di tutto rispetto.

Questa importante iniziativa – ha sottolineato don Fernando Piccoli, parroco della Chiesa Cattedrale, vero propugnatore delle idee del M° Telera – si prefigge tre obiettivi: Riconciliare la Chiesa con l’arte, recuperare la stima per la bellezza e riscoprire le risposte alle esigenze dell’anima attraverso la musica. Germe per far nascere un grande albero importante per il futuro di Manfredonia”.

Anche il nostro amato arcivescovo S. E. Mons. Michele Castoro, non ha fatto mancare la sua presenza. Nel congratularsi con gli organizzatori e gli esecutori ha sostenuto che la bella iniziativa serve ad elevare lo spirito che aiuta nella crescita sociale e porta nuova luce nella nostra popolazione.

Matteo di Sabato

Articolo presente in:
News

Commenti

  • Michele un grande in bocca la lupo, per la grande iniziativa culturale ma soprattutto un grazie perché riempi un vuoto del nostro contenitore culturale ma soprattutto grazie a chi ti ha permesso ed ti ha aiutato a realizzare questo progetto.

    lellocastriotta 03/02/2014 10:25 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com