Lunedì 27 Maggio 2024

Una serie D tutta da vivere con il Manfredonia calcio

0 0

La stagione calcistica conclusa solo qualche mese fa è stata sofferta ma per molti aspetti esaltante. Ai sacrifici che la terribile crisi economica ha imposto anche alla società sipontina, il presidente Antonio Sdanga, i dirigenti Gianni Rotice e Gaetano Vitulano e il direttore Generale Elio Di Toro hanno risposto con decisioni coraggiose ma alla fine sempre azzeccate. Su tutte la scelta di Massimiliano Vadacca a rimpiazzare l’esonerato di Franco Cinque, a sole cinque giornate dal termine, con i sipontini con un piede nei playout. Molti hanno ritenuto l’operazione ad alto rischio ed inopportuna e “Re Manfredi” poco esperto in un momento così delicato. Alla fine, invece, il Manfredonia si è salvato con una giornata di anticipo. E’ stata anche la stagione della cessione (confermata in questi giorni) alla Juventus di Lorenzo Granatiero, talento sipontino classe ‘97, e della vittoria dei Giovanissimi Regionali del proprio Campionato. La rivoluzione in Lega Pro e la cancellazione della serie C2 inevitabilmente alzerà di molto il livello tecnico della serie D e non sarà facile che società professionistiche destinino i propri rampolli a fare esperienze nella quarta serie nazionale. La Manfredonia sportiva merita questo palcoscenico soprattutto dopo i sacrifici affrontati nella scorsa stagione. Il presidente Sdanga fa sapere:”Ufficializzata la presenza di Nardacchione, come direttore generale, Nardecchia, segretario generale, la conferma di Vadacca allenatore e di Zoila preparatore atletico.”, inoltre: “Siamo in contatto con tutto l’organico dello scorso campionato, calciatori, staff e tecnici del settore giovanile, per tranare le situazioni passate. Stiamo procedendo all’iscrizione della squadra: il programma prevede una squadra con diversi giovani e qualche uomo d’esperienza per cercare di raggiungere quanto prima la salvezza; per le figure mancanti siamo in attesa di conferma ma comunque sono pronte le alternative. Confermata la collaborazione con lo sponsor tecnico Errea per il tramite della famiglia Azzolino”. All’appello manca Elio Di Toro, che certamente sta valutando proposte di categorie superiori, chi ha tanto apprezzato il suo lavoro nella scorsa stagione spera si trattenga ancora qui da noi. In ogni caso la società è in piena attività e pronta ai nastri di partenza di una serie D tutta da godere.

Antonio Baldassarre

Articolo presente in:
Manfredonia calcio · News · Sport
  • PS. Entrambi di scuola Polisportiva G.SALVEMINI . Mentre il Bravo Lorenzo Granatiero è di scuola Manfredonia calcio . Ignorante…sei proprio un ignorante ancora più ignorante di………?! Auguri Ragazzi a tutti e tre !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Sipontino più ignorante 11/07/2014 14:56 Rispondi
  • Sei proprio un ignorante amico mio ( nel senso buono del termine si capisce ),hai solo dimenticato che andavano CITATI anche i ragazzi di Manfredonia andati via a Lanciano e a Empoli sempre nelle giovanili allievi e giovanissimi nazionali dal nome: Kevin Guerra e Matteo Eletto. Anche per loro non vi è stato nessun riferimento…..evidentemente ci siamo leggermente …DISTRATTI !!!

    Sipontino più ignorante 11/07/2014 14:51 Rispondi
  • Baldassarre…….hai parlato di tutto e non hai citato il mancato riconoscimento da parte di addetti ai lavori,in occasione del Galà del calcio ad un atleta e un giovane figlio di Manfredonia…Lorenzo Granatiero.
    Sono questi piccoli particolari che ti fanno capire che qualcosa non va ancora bene in questa città dove, si premiano tutti gli altri e poi ci dimentichiamo delle nostre belle realtà e ricchezze sportive e umane !!

    Sipontino Ignorante 11/07/2014 9:27 Rispondi
  • Non avendo la qualifica e ne l’intenzione di criticare l’articolo del Signor,Baldassarre,mi limito esclusivamente a porre una riflessione : Tutto sommato lo scorso campionato lo abbiamo superato con molta fatica e con tanti patemi d’animo,ma abbiamo comunque mantenuto la categoria..la serie D !!
    Poi,che la società presieduta dal Signor Sdanga non abbia portato a termine con perizia e lungimirante saggezza amministrativa,ebbene questo è un dato certo e che comunque non deve diventare il tormentone dell’estate e il grattacapo per l’inizio del nuovo campionato.
    Il Signor Sdanga,dovrà dare conto per le sue faccende legate alla squadra e alla società alla Federazione FIGC e alla legge se ve ne fossero le motivazioni fiscali e contrattuali.Certamente farebbe rabbia a chiunque non essere pagato dopo aver fatto o effettuato una prestazione di collaborazione seppur occasionale….ma sempre lavorativa è stata….che ne dite anche voi….le parole di uomini valgono molto di più di un atto registrato….da uomini!!!!!!!!
    Per quanto concerne il discorso del Settore Giovanile,mi sembra giusto che lo stesso presidente Sdanga rivolga in PRIMO LUOGO l’invito al gruppo che lo scorso anno ha svolto un lavoro efficace e professionale e i risultati raggiunti dal gruppo settore giovanile lo dimostra….non si premia il lavoro del singolo uomo,ma il lavoro dell’intero team del settore giovanile e della scuola calcio del Manfredonia e Nicola Mangano ( responsabile del S.G.),questo concetto lo ha sempre messo bene in evidenza con serietà e determinazione…piaccia o non piaccia alla gente….e ci sembra giusto !!!!!!!!!
    Come sarebbe altrettanto giusto e corretto da parte del presidente Sdanga di saldare e appianare la situazione economica arretrata dei suoi validissimi collaboratori,che francamente lo meritano in pieno e senza tentennamenti alcuni e così facendo,RICUCIRE AL PIU’ PRESTO I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE DI FIDUCIA TRA LA SOCIETA’ E I SUOI COLLABORATORI DEL SETTORE GIOVANILE……SAREBBE LA COSA PIU’ INTELLIGENTE CHE SI POSSA FARE OGGI E TUTTI CI AUGURIAMO CHE CIO’ ACCADA E CHE SI RAFFORZASSE IL TASSO TECNICO E PROFESSIONALE DELL’INTERO SETTORE GIOVANILE E DELLA SUA SCUOLA CALCIO !!!!!!!!
    CORAGGIO PRESIDENTE SDANGA E CORAGGIO TEAM DEL SETTORE GIOVANILE ( N.MANGANO ) FATE PACE E RIPARTIAMO PIU’ FORTI E PIU’ AMICI DI PRIMA PER IL BENE E LA SALVAGUARDIA DEL MANFREDONIA CALCIO——–IL SETTORE GIOVANILE DEVE RITORNARE NELLE MANI DEI TECNICI DI MANFREDONIA E FATE PRESTO !!!!!!!!!!!!!!!!!

    Opinione personale 07/07/2014 15:32 Rispondi
  • Questo articolo è l’emblema dell’informazione sipontina, non commento.dico solo un po’ di rispetto a chi ha sofferto lavorando gratis, rispetto per mister cinque. Il calcio sano si fa rispettando gli impegni. Baldassarre l’obiettività è un’altra cosa.

    Black 07/07/2014 13:10 Rispondi
  • Ma i commentatori tifano per la propria squadra o si interessano dei bilanci della stessa. Se si occupano dei bilanci perché non mettete i piccioli come lì chiamate voi. Ma interessatevi a tifare e basta!!!!! forza Manfredonia il resto lasciatelo agli addetti ai lavori.

    Pato 07/07/2014 12:11 Rispondi
    • Pato secondo me tu non vuoi capire ciauù

      Anonimo 08/07/2014 23:47 Rispondi
  • Pato lavoreresti TU senza stipendio??

    L'ONESTO 07/07/2014 10:51 Rispondi
  • Forza manfredonia e basta sempre con le polemiche cercate di crescere

    pato 07/07/2014 10:12 Rispondi
    • Pato servono i piccioli per crescere…..

      Anonimo 07/07/2014 11:11 Rispondi
  • Per l onesto ma a te cosa interessa se hanno pagato gli stipendi?

    pato 07/07/2014 10:01 Rispondi
  • Una serie D tutta da vivere …. e chi ti capisce Baldassare …

    orgoglio sipontino 07/07/2014 9:55 Rispondi
  • Quando pagherete gli stipendi???

    L'ONESTO 07/07/2014 9:40 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com