Domenica 21 Aprile 2024

Caracciolo e Barbanente incontrano sindaci di Margherita di Savoia e Zapponeta con operatori economici e referenti Enel

0 0

Giovedì 16 Ottobre 2014 presso il Comune di Margherita di Savoia si è tenuta una riunione promossa dal consigliere regionale Filippo Caracciolo alla presenza della vicepresidente della giunta regionale Angela Barbanente per affrontare le problematiche che riguardano la zona che congiunge Torre di Pietra sino alle porte di Zapponeta.

All’incontro, oltre ai rappresentanti della Regione Puglia, hanno preso parte il sindaco di Margherita di Savoia Paolo Marrano, il sindaco di Zapponeta Giovanni Riontino, il responsabile delle relazioni esterne e territoriali Puglia e Basilicata Enel avvocato Angelo Di Giovine e l’ingegner Giuseppe Di Girolamo come figura dell’area tecnica dell’Enel.

Da tempo gli operatori economici con attività ricadenti nella zona di Torre di Pietra lamentano le problematicità rivenienti dall’assenza di servizi primari come acqua e fogna. I referenti dei numerosi stabilimenti balneari e delle imprese agricole operanti nel tratto tra Torre di Pietra e Zapponeta hanno voluto cogliere l’occasione dell’incontro per ribadire lo stato di difficoltà con cui sono costretti a convivere in assenza dei servizi fondamentali. La carenza di servizi ostacola lo sviluppo delle attività produttive e complica le condizioni lavorative delle attività impegnate sul fronte dell’agricoltura.

Il responsabile delle relazioni esterne e territoriali Puglia e Basilicata Angelo Di Giovine e l’ingegner Giuseppe Di Girolamo, presenti per conto di Enel, hanno spiegato quali sono gli ostacoli per l’azienda: portare i servizi nell’area indicata comporterebbe costi molto elevati. L’investimento, da quanto hanno spiegato, si aggirerebbe intorno cinquecentomila per i sette chilometri a partire dalla Foce Carmosina a cui aggiungere la cabina di trasformazione e gli allacci.

“L’incontro tenutosi a Margherita di Savoia – sottolinea il consigliere regionale Filippo Caracciolo – si è reso necessario per far emergere una giusta rivendicazione da parte degli operatori economici che operano tra Torre di Pietra e Zapponeta. Con l’assessore Angela Barbanente, e grazie al contributo dei tecnici dell’Enel presenti, si sono ipotizzate le possibili soluzioni per mettere fine ai disagi di chi, come ad esempio le tante aziende agricole attive, ha il diritto di poter usufruire di servizi essenziali”.

“La Regione Puglia – continua Filippo Caracciolo – programmerà azioni concrete utili agli  insediamenti produttivi, come gli stabilimenti balneari e le imprese agricole, finalizzate alla crescita ed allo sviluppo economico dell’area che va da Torre di Pietra a Zapponeta. L’incremento delle attività produttive renderebbe più agevole per le aziende fornitrici l’investimento necessario per la realizzazione degli interventi strutturali”.

“L’altra ipotesi valutata nel corso dell’incontro passa per il coinvolgimento di Zapponeta nel progetto di riqualificazione costiera che vede già attivi i comuni della fascia costiera della provincia di Barletta-Andria-Trani per la sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra le amministrazioni comunali e la Regione Puglia, sulla scorta dell’esempio già realizzato con alcuni comuni costieri della Provincia di Taranto. È emersa anche l’opportunità di far nascere un consorzio in cui possano riunirsi i soggetti attivi tra Torre di Pietra e Zapponeta allo scopo di semplificare le interazioni con enti ed istituzioni che con la creazione del Consorzio avrebbero cosi un unico soggetto con cui relazionarsi”.

“Sarà mia premura fare in modo che lungo il percorso che congiunge Torre di Pietra a Zapponeta possano esserci tutte le condizioni di un pieno sviluppo dell’area che non può prescindere anche dalla valorizzazione del patrimonio archeologico e faunistico. Con l’assessore regionale Angela Barbanente ci siamo impegnati a trovare le risorse da destinate al rilancio e allo sviluppo  di Torre di Pietra anche nel programma di fondi comunitari 2014/2020. Tornerò – conclude il consigliere regionale e presidente della V Commissione Ambiente Filippo Caracciolo – con l’assessore Barbanente ad incontrare gli operatori economici, referenti delle imprese agricole e degli stabilimenti balneari, per condividere con gli operatori le azioni concrete che la Regione Puglia avrà nel frattempo intrapreso per portare i servizi primari nella zona che va da Torre di Pietra sino all’inizio di Zapponeta”.

Articolo presente in:
Capitanata · News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com