Sabato 2 Marzo 2024

Il Monte S. Angelo 1 ed il Foggia 10 impegnati nel San Giorgio

0 0

È iniziato ieri e durerà fino a domenica 26 aprile il campo San Giorgio dei gruppi scout del Monte S. Angelo 1 e del Foggia 10.

Il 23 aprile la Chiesa festeggia san Giorgio. Nello stesso giorno, gli esploratori e le guide rinnovano solennemente la Promessa scout, secondo l’invito di Baden-Powell, il fondatore dello scautismo, che suggerisce di “rammentarla”, e consiglia ai capi educatori di tornare alle fonti, cioè di rileggere il libro Scautismo per Ragazzi, soprattutto nelle pagine dedicate alla Legge scout, per riscoprirne lo spirito.

Ogni anno questo evento viene celebrato con un campo che dura due o tre giorni a cavallo del 25 aprile, quest’anno i due gruppi scout, quello di Monte S. Angelo ed il Foggia 10 hanno deciso di affrontare questa avventura insieme in uno dei posti più belli del gargano: Mattinatella presso il camping Fontana delle Rose.

In questo campo i ragazzi e le ragazze del reparto svolgono l’attività quasi come una prova generale del campo estivo, difatti montano tende e cucine da campo, e si affrontano in imprese da loro progettate che possono consistere in giochi o costruzioni con pali e corde.

Ascoltando i commenti dei capi all’interno del campo ci si rende conto di avere dei ragazzi straordinari, difatti, scelgono di fare i campi con tutte le difficoltà rinunciando a vacanze comode i nostri ragazzi – ci dice Linda Veneziano – una dei capi del Foggia 10, sono davvero ragazzi con una marcia in più – ci dice Immacolata Azzarone – capo del Monte S. Angelo 1.

Questi ragazzi della branca del reparto di età compresa tra gli 11 anni ed i 16, mettono a frutto gli insegnamenti e l’esperienza vissuta nelle proprie sedi cercando di mostrare tutta la loro autonomia e vivendo un’avventura che anche se di pochi giorni resterà nei loro cuori.

La giornata termina con il fuoco di bivacco che è un modo per divertirsi e scaricare tutte le tensioni della giornata, ma che diventa uno dei momenti più belli ed attesi dai ragazzi e dai capi, diceva Baden-Powell: “NESSUN PROFUMO VALE L’ODORE DI QUEL FUOCO”, ed è proprio vero per chi ha la fortuna di parteciparvi.

 

 

Articolo presente in:
Capitanata · News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *