Venerdì 1 Marzo 2024

Tra Storia ed Evento

0 0

Il 21 giugno 2016 ,giorno del solstizio d’estate un bellissimo e unico evento si è svolto in uno dei posti più antichi e magici della nostra Capitanata. Per la prima volta nel Parco archeologico di Siponto in quella che era l’antica , maestosa cattedrale, la Basilica Santa Maria Maggiore ,si è tenuto un originalissimo incontro tra storia, arte e culto che ha conferito al vecchio Santuario una  fresca sferzata di gioventù.

 Protagonisti dell’evento una classe quarta sez E dell’Istituto Comprensivo S. G.Bosco di Manfredonia .Padre Mario dell’ordine degli Scalabrini  ha sapientemente fatto dialogare i piccoli alunni sotto quella cupola sfrangiata di antico ,evocando l’antico culto sipontino della Madonna. Ogni passaggio è stato scandito da una voce melodiosa che ha suscitato in tutti i presenti profonde ed intime emozioni visibili sul volto di ognuno.

Un magico ed unico connubio che ha unito ,per la prima volta in modo originale vecchi riti paleocristiani alla  modernità  dettata dalla giovane età dei partecipanti che hanno seguito con un trasporto davvero incredibile tutta la durata dell’evento fortemente voluto sia dalle insegnanti che dal Padre Scalabriniano.

A fare da sfondo un leggerissimo ricamo dell’antica Chiesa Romanica del XII secolo che è riapparsa a ridosso dell’attuale chiesa medioevale  grazie  all’opera realizzata dall’artista Tresoldi dove storia ed arte contemporanea si sono magistralmente sposate.

Articolo presente in:
News

Commenti

  • Ma sempre polemiche!!! Leggete bene l’articolo!!!! Mi sembra di aver letto che e’ la prima volta che questo tipo di celebrazione si svolge nella Basilica! Complimenti a chi ha avuto l’idea….sicuramente in tanti prenderanno spunto per i prossimi anni!!!

    Maria 24/06/2016 23:57 Rispondi
    • L’intento di mettere in evidenza luoghi di grande ricchezza storica del nostro patrimonio artistico è una delle cose che tutti dovrebbero finalmente iniziare a fare. L’aver voluto svolgere un rito religioso con dei bambini in un pezzo prezioso della nostra storia è qualcosa di grandioso che dovrebbero iniziare a fare tanti invece di bacchettare sempre per il semplice gusto di parlare ! Manfredonia non decollerà mai se le menti continuano a marciare nel senso della grettezza!!!

      Francesco 25/06/2016 15:11 Rispondi
  • Sono d’accordo con Alessandro una celebrazione religiosa non può essere considerata un evento, non ci vedo nulla di sensazionale in un rito che ogni classe, in quarta elementare, compie. Proprio perchè rito religioso dovrebbe chiedere e richiedere sienzio ed offerta al Signore dei nostri buoni propositi, cosa che non vedo e non leggo in quest’articolo.

    Venere 24/06/2016 14:34 Rispondi
  • Ma come può essere definito evento una semplice funzione religiosa con protagonisti dei bambini.Non è forse la vanità degli adulti a volerla rendere tale? Un pò di umiltà e buon senso non farebbero male.

    alessandro 23/06/2016 23:01 Rispondi
  • Giornata fantastica e memorabile, ricca di emozioni profonde.
    Un ringraziamento particolare a Padre Mario e alle maestre: Giovina Bocci, Caterina Impagnatiello, Anna Cainazzo e Antonietta La Torre, della 4^ E della S.Giovanni Bosco di Manfredonia, che ci hanno permesso di vivere, profondamente, delle emozioni uniche e indimenticabili, esaltate dalla maestosità della Basilica Santa Maria Maggiore.
    I nostri bambini sono rimasti estasiati dalle parole di Padre Mario e dalla magia spirituale del posto.
    Grazie a tutti coloro che hanno permesso la realizzazione di questo evento che resterà indelebile nelle nostre menti e nei nostri cuori.

    Luciana 23/06/2016 20:07 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *